Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Murat / Piazza Prefettura

Trentasei anni dopo, Bari commemora e ricorda Benedetto Petrone

Alla cerimonia in piazza della Libertà, tra gli altri, il sindaco Michele Emiliano, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna e la sorella del giovane militante Fgci ucciso, Porzia

"Tramando questa cerimonia, in tutta la sua semplicità, al prossimo sindaco di Bari, chiunque esso sia, perché la vita che è stata negata a Benedetto Petrone non sia mai dimenticata". Il sindaco Emiliano ha così ricordato, nel 36° anniversario dalla sua scomparsa, il giovane militante barese della Federazione Giovanile Comunista, accoltellato a morte il 28 novembre 1977 da un gruppo di ragazzi aderenti al Fronte della Gioventù.

La cerimonia si è svolta in Piazza della Libertà, proprio dove è posta una lapide a memoria della giovane vittima. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre al sindaco, il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, il professore Pasquale Martino, dell'Associazione nazionale partigiani e Porzia Petrone, sorella di Benedetto. "La scelta - ha aggiunto Emiliano - di un militante della democrazia, che lotta per l'uguaglianza delle persone di fronte alla legge e alle opportunità. L'unico suo limite era non riuscire a correre forte come gli altri, e proprio su questa difficoltà puntarono i suoi vili assassini".

Introna ha invece sottolineato come "forse la responsabilità politica di quell'assassinio è di chi non si accorse del rigurgito di vecchi rancori e di un clima di intolleranza che ha strappato la vita a Benedetto che oggi avrebbe avuto 54 anni". Per il professore Martino, Benedetto era un "partigiano, un ragazzo culturalmente curioso, socievole e rigoroso nella sua scelta politica". Commosso anche il ricordo della sorella Porzia: "Oggi - ha detto - rivedo tutti gli amici di Benedetto che oggi hanno i capelli bianchi: grazie a tutti per non averlo mai dimenticato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentasei anni dopo, Bari commemora e ricorda Benedetto Petrone

BariToday è in caricamento