Cronaca Bari Vecchia

Chianche "pericolose" per le vie di Bari Vecchia: "Ormai è un percorso di guerra"

Il circolo Acli Dalfino denuncia lo stato dei basolati che compongono la pavimentazione del borgo antico: "Qualche giorno fa - affermano - un'altra donna si è fatta male a causa di una caduta"

Chianche "sconnesse" per un vero e proprio "percorso di guerra" a cui gli abitanti di Bari Vecchia sono sottoposti giornalmente: il circolo Acli Dalfino chiede interventi per migliorare la situazione delle strade del borgo antico. L'associazione denuncia il caso, avvenuto qualche giorno fa, di una donna caduta e costretta a portare il gesso: "Siamo nuovamente alle solite - spiega Michele Fanelli, presidente del circolo Acli Dalfino -. In molte strade, come via Boemondo, piazza Federico II di Svevia, antistante la piazza dell’Odegitria e in largo Chiurlia, come in tante altre vie, le chianche sono tutte sconnesse. Nel mese di maggio in occasione del G7, furono 'tappati' i fori dove una volta vi erano gli alberi. Ebbene sono stati chiusi e messi dei basolati, ma nel corso di una delle riparazioni, i basolati non sono stati completati e lì si è formata una conca con la brecciolina posata". L'associazione chiede interventi immediati al Comune, "vista l'assenza del Municipio I", per ripristinare la sicurezza delle chianche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chianche "pericolose" per le vie di Bari Vecchia: "Ormai è un percorso di guerra"

BariToday è in caricamento