menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La chiesa russa non paga le tasse: provolone di Striscia, ma l'ambasciatore 'rifiuta'

Blitz degli inviati Fabio e Mingo a Palazzo di Città, dove era in corso la visita dell'ambasciatore della Federazione russa in Italia, Sergey Razov: motivo dell''omaggio' il mancato pagamento della tassa sui rifiuti al Comune di Bari da parte della Chiesa russa. Ma il diplocatico ha 'schivato' la consegna

Un provolone con tanto di colbacco, pronto per essere consegnato da Fabio e Mingo all'ambasciatore della Federazione russa in Italia, Sergey Razov. Motivo dell''omaggio', che mercoledì mattina i due inviati hanno tentato di consegnare al diplomatico, in visita a Palazzo di Città, le tasse non versate dalla Chiesa russa al Comune di Bari. Pare infatti che dal 2008 - stesso anno in cui, tra l'altro, la proprietà dell'edificio è passata dallo Stato al Patriarcato di Mosca - la Chiesa russa non paghi la tassa sui rifiuti. Un 'arretrato' di circa 460mila euro, spiega Mingo nel corso del servizio andato in onda durante la trasmissione.

Ma, nonostante gli 'appostamenti' in Comune e un secondo tentativo durante la visita alla Basilica di San Nicola, l'ambasciatore è riuscito a 'dribblare' i due inviati, evitando così la consegna del 'provolovskij'. 

GUARDA IL SERVIZIO ANDATO IN ONDA SU STRISCIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento