menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Adescava minori sui social, chiesto il rinvio a giudizio per un bidello

Secondo la procura il 56enne - ancora impiegato in un istituto barese - avrebbe inviato, come si legge nell'imputazione, "numerosi messaggi contenenti lusinghe esplicite"

Avrebbe inviato messaggi via Facebook a minorenni finalizzati al compimento di atti sessuali. La Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per un bidello 56enne, accusato di aver adescato attraverso i social dei bambini. 

Gli episodi sarebbe avvenuti tra il 2015 e il 2016. Le indagini sono partite dopo la denuncia dei genitori di una delle tre presunte vittime, all'epoca dei fatti di 10, 12 e 14 anni. Gli inquirenti hanno così raccolto decine di messaggi inviati attraverso Facebook, contenenti diversi complimenti ai minorenni. 

L'udienza preliminare per il rinvio a giudizio dell'imputato, ancora oggi in servizio in una scuola barese, inizierà il prossimo 26 ottobre dinanzi al gup del Tribunale di Bari Giulia Romanazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento