Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Al via il ciclo di seminari ‘Rapporto tra generi: il volto delle violenze’, promosso dal comitato per le pari opportunità dell’Ordine degli avvocati di Bari e da Giraffa Onlus

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Roberta De Siati (Comitato Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari): «Potenziare il percorso di accoglienza e di ascolto e rendere omogenea la prassi per la tutela delle donne vittime di violenza, grazie a operatori della legge adeguatamente formati»

Bari, 03 ottobre 2013 - Tutela delle donne vittime di violenza e prevenzione, strumenti investigativi, reati perseguibili e rimedi giudiziari: questi i temi al centro del ciclo di seminari 'Rapporto tra generi. Il volto delle violenze', presentato oggi e promosso dal Comitato per le Pari opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari e da Giraffa Onlus, nell'ambito del progetto finanziato dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Alla giornata inaugurale hanno preso parte: Roberta De Siati, presidente del Comitato per le Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari, Anna Losurdo, consigliera dell'Ordine degli Avvocati di Bari, Maria Pia Vigilante, presidente di Giraffa Onlus, Domenico Pinzello, questore di Bari, Susanna Pisano, coordinatrice della Commissione Pari Opportunità del Consiglio Nazionale Forense, Angela Arbore, consigliere della Corte d'Appello Lavoro di Bari, Ettore Cardinali, presidente della Giunta distrettuale del Associazione Nazionale Magistrati di Bari, Giuseppe Mileto e Fabio Ottaviani, rispettivamente vice comandante provinciale Tenente colonnello e Tenente colonnello dei Carabinieri del reparto operativo di Bari.

Al termine dell'incontro è stata consegnata una copia del vademecum diffuso a Bologna 'La violenza sulle donne nelle relazioni d'intimità', realizzato - nelle due versioni concepite per gli operatori della legge, sia pubblici (forze dell'ordine) che privati (avvocati) - nell'ambito del programma Daphne, per fornire delle linee guida e un protocollo di intervento teso alla maggiore tutela possibile delle donne vittime di violenza.

«Il vademecum - ha spiegato Roberta De Siati, presidente del Comitato per le Pari Opportunità dell'Ordine degli Avvocati di Bari - già in uso in città come Milano, Torino, Bologna e Bolzano, va utilizzato nella consapevolezza che il fine perseguito da tutti gli operatori è comune. Il momento in cui una donna decide di parlare della violenza subita è cruciale: il modo di accoglierla, ascoltarla, supportarla può essere determinante per incidere sul cambiamento. Gli operatori devono pertanto essere adeguatamente formati e professionalmente preparati per creare un legame empatico e far sì che la vittima percepisca di potersi fidare».

Anche la presidente di Giraffa Onlus, Maria Pia Vigilante nel sottolineare l'importanza della formazione e della comunicazione quando si parla della tematica della violenza sulle donne, ha precisato: «occorre, per un verso condividere il percorso di presa in carico della vittima e per altro verso rendere omogeneo il metodo da utilizzare in favore delle donne che hanno bisogno di essere tutelate nei confronti degli uomini maltrattanti; ci auguriamo che alla fine di questo percorso formativo si intensifichi sempre di più il lavoro di rete con tutti gli enti istituzionali coinvolti».

Il corso, articolato in quattro incontri - ogni giovedì dalle 15.30 alle 18.30 nella Sala del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Bari del Palazzo di Giustizia (Piazza E. De Nicola) - esaminerà tutti i volti della violenza, intesa come vicenda umana, giuridica e sociologica.

Nel corso della seconda giornata - prevista per giovedì 10 ottobre - si prenderanno in esame le diverse fattispecie di reato e i differenti rimedi giudiziari, gli strumenti investigativi a disposizione delle forze dell'ordine, le modalità di tutela della vittima e le prove di reato. La terza giornata - giovedì 17 ottobre - sarà invece dedicata all'analisi dei diversi volti dell'omicidio e del femminicidio con una particolare attenzione all'evoluzione della violenza maschile e prendendo in esame la normativa nazionale ed europea della Convenzione di Istanbul dell'11 maggio 2011. La quarta e ultima giornata - giovedì 24 ottobre - sarà dedicata allo studio del vademecum e all'analisi della sua utilità pratica. L'intento sarà quello di proporre a Magistratura, forze dell'ordine e carabinieri la sottoscrizione di un protocollo teso a metter e in pratica e a diffondere i principi del vademecum.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il ciclo di seminari ‘Rapporto tra generi: il volto delle violenze’, promosso dal comitato per le pari opportunità dell’Ordine degli avvocati di Bari e da Giraffa Onlus

BariToday è in caricamento