Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Libertà / Via Nazariantz Hrand

Cimitero, raddoppiano le tariffe per i 'lumini' delle tombe. I cittadini: "Esagerazione"

Passano da 8 a 16 euro all'anno, per ogni singola lampada, i prezzi per la manutenzione e la gestione. Proteste anche da Fd'I e Ncd. Il vicesindaco Brandi: "Le tariffe erano bloccate da 19 anni"

Tariffe raddoppiate per la gestione, la manutenzione e il funzionamento delle lampade votive nel cimitero di Bari. In questi giorni i parenti dei defunti sepolti nel 'camposanto' principale della città hanno ricevuto una lettera dalla cooperativa Ariete, gestore dei servizi cimiteriali per conto del Comune, in cui veniva illustrato l'aumento da 8 a 16 euro del costo annuale per ogni singolo lumino, a cui va aggiunto anche il conguaglio 2015: il nuovo tariffario, infatti, pur essendo stato approvato ufficialmente con una delibera di Giunta lo scorso 29 luglio, sarà applicato retroattivamente dal 1° gennaio 2015.

La scelta del Comune ha scatenato numerose proteste da parte di chia un proprio caro seppellito al cimitero, nonché di due consiglieri comunali, Filippo Melchiorre (Fd'I) e Michele Sciacovelli (Ncd) che parlano di "vergogna" e "salasso" ai danni dei cittadini. Il Comune, d'altro canto, giustifica gli aumenti definendoli "inevitabili", poiché le tariffe non sarebbero state adeguate nel corso deli ultimi 19 anni: "E' un provvedimento dell'anno scorso passato in Giunta ed è un adeguamento alle tariffe medie nazionali - ha spiegato il vicesindaco Vincenzo Brandi -. In ogni caso restiamo tra i comuni con la tariffa più bassa d'Italia. In altri centri si paga anche due o tre volte rispetto alla tariffa applicata a Bari. Parte della somma ricavata in più sarà messa a disposizione per il rifacimento e la riqualificazione degli impianti elettrici".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero, raddoppiano le tariffe per i 'lumini' delle tombe. I cittadini: "Esagerazione"

BariToday è in caricamento