rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Cinghiali al San Paolo, partito il progetto di recupero: "Catturati e trasferiti in una riserva naturale"

"Nei 13 giorni di attività - spiega il sindaco Antonio Decaro - sono stati già presi e portati a destinazione 22 cinghiali (14 femmine e 8 maschi)". E intima i cittadini a non abbandonare i rifiuti per strada

Da due settimane sono partiti gli interventi per trasferire i cinghiali - che sempre più spesso vengono scoperti a scorrazzare liberamente a Bari - in un habitat protetto. È il sindaco Antonio Decaro ad annunciare che l'intervento, coordinato dal Dipartimento di biologia dell'Università degli Studi di Bari e autorizzato dall'Istituto superiore per la ricerca ambientale, è partito da un paio di settimane. E promette di regalare un po' di sicurezza soprattutto ai residenti del quartiere San Paolo, ormai abituati a segnalare con foto e video intere mandrie di cinghiali a spasso vicino ai cassonetti.

"Nei 13 giorni di attività - spiega il primo cittadino - sono stati già presi e portati a destinazione 22 cinghiali (14 femmine e 8 maschi). Questi interventi, coordinati , sono effettuati con grande attenzione e rispetto per la vita degli animali che, in poche ore, tornano a vivere in un contesto a loro più consono". L'intervento è uno dei primi in Italia in aree periferiche di grandi centri urbani. E a rendere ancora più complessa la procedura c'è anche la mancanza di una regolamentazione uniforme.

Gli animali sono però attirati anche dalla presenza di rifiuti. Ecco perché il primo cittadino punta il dito contro gli incivili:

Intanto ciò che noi cittadini dobbiamo sempre ricordare è di rispettare una regola minima di igiene e di decoro: non abbandonare rifiuti per strada. Non solo per mantenere la città pulita, ma anche per impedire il ritorno dei cinghiali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiali al San Paolo, partito il progetto di recupero: "Catturati e trasferiti in una riserva naturale"

BariToday è in caricamento