Cronaca

Patto Sviluppo Città Metropolitana, "presto sbloccati 5 milioni per i progetti"

Incontro nel palazzo dell'ex Provincia tra il ministro per il Mezzogiorno, De Vincenti, il sindaco Decaro e i rappresentanti di tutti i 41 comuni dell'ente territoriale

Presto saranno sbloccati 5 milioni di euro del Fondo di rotazione per la progettazione, somma messa a disposizione dalla Città Metropolitana di Bari per i Comuni con l'obiettivo di avviare gli interventi inseriti nel Patto per lo Sviluppo siglato il 17 maggio scorso con il Governo: è una delle novità emerse questo pomeriggio nel corso dell'incontro tra il sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e ilministro per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, assieme ai sindaci e ai rappresentanti dei 41 comuni del Barese. Illustrati anche i 10 cantieri delle opere avviate, oltre alle convenzioni siglate tra i Comuni e la Città Metropolitana per l'esecuzione materiale degli interventi: "In un anno - spiega Antonio Decaro - nonostante le difficoltà che l’ Ente deve affrontare per la gestione ordinaria dei servizi, siamo riusciti a programmare, progettare il futuro e, con un pizzico di orgoglio, possiamo abbiamo mostrato oggi ben dieci interventi in fase di esecuzione e circa setanta in fase di progettazione e avvio di gara. Questa è la dimostrazione che quella che qualcuno chiama la “suddistanza” non è una malattia che ci appartiene, perché noi stiamo dando prova di essere un altro modello di Sud, che rifiuta gli stereotipi nei fatti e con gli interventi. 

"Durante il comitato d’indirizzo - prosegue Decaro -  di oggi abbiamo concordato altre due buone notizie per il nostro territorio. La prima è che da questo momento sono disponibili le somme del Fondo di progettazione, inserito nel Patto: 5,1 milioni di euro per i singoli Comuni. Questo significa che ciascun Comune può fare richiesta per disporre di fondi per la progettazione di opere complementari e attinenti a quelle finanziate dal Patto. Sono cinque milioni di euro che potranno attivare sull’area metropolitana circa 100 milioni di ulteriori interventi in un rapporto 5 a 20.

"Il secondo tema - aggiunge Decaro - è la disponibilità del Mef a non far transitare dal bilancio della Città metropolitana i fondi per le opere realizzate dai Comuni, dalla fase di progettazione sino alla fase di esecuzione. Gli stessi saranno erogati direttamente ai Comuni, sulla base dello spirito su cui abbiamo impostato sempre il nostro lavoro in questi due anni: collaborazione e responsabilizzazione dei Comuni. La Città metropolitana continuerà a gestire la fase di raccordo e consorzio tra le varie realtà territoriali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto Sviluppo Città Metropolitana, "presto sbloccati 5 milioni per i progetti"

BariToday è in caricamento