menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo Polo Giudiziario alle Casermette, Decaro a Roma per l'accordo col Ministero

Dopo il sì in Giunta, oggi nella Capitale sarà sottoscritto il protocollo d'intesa che avvia l'iter per lo studio di fattibilità per il trasferimento degli uffici giudiziari

Sarà ratificato oggi a Roma il protocollo d'intesa sulla Cittadella della Giustizia di Bari da realizzare in zona 'Casermette': ieri il documento che avvia le attività da sviluppare ai fini della realizzazione dell'intervento, era stato licenziato nel corso di una riunione di Giunta. Nella riunione odierna a Roma, il sindaco Antonio Decaro e il ministro Andrea Orlando sigleranno l'accordo che coinvolge Procura, Corte d'Appello, Agenzia del Demanio e Provveditorato Interregionale Opere Pubbliche: l'intesa sancirà il 'calcio d'inizio' al'iter per gli studi di fattibilità di un progetto per il quale il Ministero della Giustizia ha messo a disposizione 30 milioni di euro.

L'intesa da siglare nella Capitale

L'accordo vedrà anche la disponibilità del Ministero "a disporre della copertura finanziaria utile agli interventi successivi, considerata l'estrema criticità in cui versa l'edilizia giudiziaria a Bari". Il progetto della Cittadella vede la posizione contraria del comitato 'Giustizia al Libertà':  l'ipotesi non piace poiché il trasferimento delle attività toglierebbe al rione un'importante presidio sociale, economico e di sicurezza. Sulla questione è intervenuto anche l'ex presidente del Consiglio comunale, ora componente del Gruppo Misto, Pasquale Di Rella, che definisce "offensiva nei confronti dei 1901 firmatari della petizione popolare e del Consiglio comunale" la delibera approvata ieri dalla Giunta chiedendo una "urgente" discussione in aula Dalfino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento