Cronaca

Tentato omicidio e armi, operazione antimafia a Bari: i nomi degli arrestati

In carcere sono finite nove persone, ritenute affiliate al clan Strisciuglio e accusate, a vario titolo, di tentato omicidio aggravato, tentato sequestro di persona e porto illegale di armi

Sono ritenuti responsabili a vario titolo di tentato omicidio aggravato, tentato sequestro di persona e porto illegale di armi: in nove (anche l'ultimo destinatario della misura cautelare, inizialmente resosi irreperibile, è stato catturato in mattinata, ndr) sono stati arrestati questa mattina a Bari, nell'ambito di un'operazione contro il clan Strisciuglio condotta da polizia e carabinieri, e coordinata dalla Dda di Bari.  

Le indagini hanno fatto luce su due episodi delittuosi avvenuti la sera del 26 giugno 2019, quando alcuni dei presunti affiliati al gruppo criminali, oggi arrestati, avrebbero picchiato e poi tentato di sequestrare un pregiudicato, poi divenuto collaboratore di giustizia, accusato di aver spacciato nel quartiere Palese senza la "preventiva autorizzazione" dell'articolazione del clan operante a Catino-San Pio. Successivamente, fallito l'intento del sequestro, un commando armato avrebbe esploso numerosi colpi contro l'abitazione in cui si riteneva che il 'destinatario' della spedizione punitiva avesse trovato rifugio (qui i dettagli sull'episodio e sul blitz).

I nomi degli arrestati:

- DE GIGLIO Andrea, di anni 36;

- PISCOPO Tommaso, di anni 22;

- SGARAMELLA Giovanni, di anni 36;

- CAIZZI Giuseppe, di anni 53;

- LORENZANI Massimo, di anni 39;

- FRANCO Giuseppe, di anni 35;

- SEBASTIANO Emanuele, di anni 38;

- CARCHEDI Saverio, di anni 23.

- IUSCO Michele Paolo, di anni 34.

*Ultimo aggiornamento ore 12.30

(foto di repertorio)


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio e armi, operazione antimafia a Bari: i nomi degli arrestati

BariToday è in caricamento