menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morì intossicata dopo aver consumato uno yogurt, a processo gestore del bar

Clara Carella aveva 41 anni: morì nell'ottobre 2014, dopo 11 mesi trascorsi in coma, in seguito all'intossicazione. Il titolare del bar rinviato a giudizio con l'accusa di omicidio colposo per omesso controllo

E' stato rinviato a giudizio dal gup del Tribunale di Bari, Giulia Romanazzi, il gestore del bar in cui, nel novembre 2013, la 41enne Clara Carella consumò lo yogurt che la intossicò, portandola poi alla morte.

Quella sera la donna si trovava nel bar di viale Einaudi insieme a tre amici. Tutti rimasero intossicati dopo aver mangiato uno yogurt artigianale. La 41enne però ebbe un collasso cardiocircolatorio ed entrò in coma, dal quale non si è mai svegliata fino al decesso avvenuto 11 mesi dopo, nell'ottobre 2014.

Il processo, nel quale la famiglia della donna è parte civile, inizierà a giugno prossimo. Il gestore del bar, Giuseppe Altamura, dovrà rispondere di omicidio colposo per omesso controllo.
    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento