Lettori e microcamere per clonare bancomat, un arresto al porto

In manette un cittadino serbo di 60 anni, bloccato nel porto di Bari al suo arrivo dalla Grecia. A bordo della sua auto i militari della Guardia di Finanza hanno rinvenuto apparecchiature e cd abitualmente utilizzati per la clonazione delle carte di credito

Lettori ottici e magnetici, pen drive complete di microcamere, ma anche cd contenenti software per la clonazione e carte di credito da clonare. Insomma un vero e proprio "kit del truffatore", quello rinvenuto nel porto di Bari dai militari della Guardia di Finanza. Le apparecchiature erano nascoste nel bagagliaio di un'auto con targa tedesca appena sbarcata da una motonave proveniente dalla Grecia. Gli strumenti informatici e la stessa auto sono stati sottoposti a sequestro, mentre è stato arrestato il conducente dell'autovettura, un cittadino serbo di 60 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

  • Le Frecce Tricolori arrivano a Bari. Sorvolo in mattinata, la Prefettura: "Evitate gli assembramenti"

Torna su
BariToday è in caricamento