Cronaca Locorotondo

Locorotondo, blitz dei carabinieri nella masseria trasformata nella centrale dello spaccio: due arresti

Un 52enne ed un 34enne, entrambi di Martina Franca, sono stati sorpresi a confezionare le dosi di cocaina destinate alle piazze di spaccio della provincia

Finiscono in due in manette a Monopoli con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile da tempo monitoravano una masseria nelle campagne tra Martina Franca e Locorotondo, dove era stato segnalato un sospetto andirivieni di persone, e, quando ieri gli uomini in divisa hanno fatto irruzione, hanno scoperto una vera e propria centrale per lo spaccio della cocaina. Qui un 52enne ed un 34enne, entrambi martinesi, già noti alle Forze dell’Ordine, confezionavano lo stupefacente destinato alle piazze di spaccio dei comuni vicini delle province di Bari, Brindisi e Taranto. I Carabinieri hanno sequestrato decine di dosi di cocaina, già pronte per essere immesse sul mercato, insieme a materiale per il confezionamento e alla somma di 230 euro, ritenuta il provento di precedenti cessioni di stupefacenti. I due si trovano ora agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locorotondo, blitz dei carabinieri nella masseria trasformata nella centrale dello spaccio: due arresti

BariToday è in caricamento