Cronaca

Arrestato per lo schiaffo al figlio: testimoni difendono l'uomo

Tre testimoni difenderanno Giovanni Colasante, arrestato a Stoccolma il 23 agosto scorso dopo esser stato visto da alcuni passanti colpire il figlio con uno schiaffo

Buone notizie per Giovanni Colasante, l'uomo che lo scorso 23 agosto fu arrestato a Stoccolma per maltrattamenti nei confronti del figlio 12enne: tre suoi compagni di viaggio, sono pronti a testimoniare a favore dell'uomo di Canosa di Puglia. Colasante, attualmente presso l'Ambasciata italiana della capitale svedese con l'obbligo di firma ogni tre giorni, è in attesa del processo che si svolgerà il 6 settembre. Non è ancora noto se i tre testimoni faranno le loro dichiarazioni presso l'Ambasciata svedese a Roma o voleranno in Svezia assieme all'avvocato di Colasante, Giovanni Patruno.

Secondo quanto già dichiarato dai tre testimoni alla gendarmeria di Stoccolma al momento dell'accaduto, Colasante avrebbe preso per il bavero della camicia il figlio che, per un capriccio relativo al cibo, aveva iniziato a correre senza controllo. A quel punto Colasante, per cercare di evitare che il figlio potesse perdersi, lo ha afferrato senza, però, rifilargli alcuno scappellotto, come invece riferito dai passanti che hanno chiamato la polizia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato per lo schiaffo al figlio: testimoni difendono l'uomo

BariToday è in caricamento