rotate-mobile
Cronaca

Un percorso ciclabile per collegare la stazione centrale al campus, il Comune approva il progetto

I lavori saranno finanziati dal ministero delle Infrastrutture per circa mezzo milione di euro: lo snodo ferroviario sarà connesso alla pista ciclabile di via Unità d’Italia, previsto un tratto dedicato alle bici su via Amendola

La pista ciclabile di viale unità d'Italia collegata alla Stazione centrale, un nuovo percorso per le bici sarà realizzato in via Amendola e si unirà con quello già presente in via Re David. La giunta del Comune di Bari ha approvato, questa mattina, il progetto preliminare 'Ciclovie urbane stazioni - poli universitari: connessione tra la stazione di Bari centrale e il Campus universitario', finanziato nell’ambito del relativo decreto del ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili  per circa mezzo milione di euro.

Il progetto consiste nella realizzazione di tratti di percorso ciclabile, degli interventi direttamente connessi (illuminazione e segnaletica stradali, opere a verde, arredi) e di opere complementari, finalizzate alla messa in sicurezza degli attraversamenti di percorsi ciclabili già esistenti, direttamente o indirettamente connessi con il tracciato previsto. Saranno inoltre installate la nuova segnaletica di indirizzo e delle rastrelliere portabici.

Gli interventi in progetto sono suddivisi in due tronchi. Nel primo sono previsti l'implementazione di un percorso ciclabile bidirezionale sul marciapiede esistente lungo corso Benedetto Croce (da De Bellis a largo Ciaia) e la realizzazione di un percorso promiscuo con i pedoni lungo via De Bellis. Il percorso ciclabile lambirà il parco urbano della ex Caserma Rossani consentendo l’accesso ciclabile al parcheggio multifunzionale dell’area.

Le opere previste per il secondo tronco, invece, renderanno possibile l’accesso ciclabile in sicurezza per due ingressi del Campus universitario, quello di via Celso Ulpiani e quello di via Orabona. I lavori consistono nella realizzazione di due percorsi ciclabili promiscui che, partendo dalla struttura già esistente, raggiungeranno rispettivamente l'ingresso carrabile del Campus, in via Orabona, e l'ingresso secondario dell'Hotel Campus, in via Celso Ulpiani, interessando un'area complessiva pari a 2.750 metri quadri. Saranno realizzati anche gli attraversamenti ciclabili lungo via Capruzzi, corso Benedetto Croce e viale Unità d’Italia.

"Si tratta del progetto preliminare di un intervento che inseriremo nel Piano triennale delle opere pubbliche per incrementare la ciclabilità lungo le direttrici che collegano la stazione centrale e il Campus - commenta l'assessore comunale ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - Il progetto, finanziato dal ministero per un importo di 489.996,42 euro, interessa due distinti interventi che hanno l’obiettivo di collegare tra loro piste ciclabili già esistenti: il primo riguarda la connessione tra la pista ciclabile in via Unità d’Italia e la stazione centrale, passando per largo Ciaia, via Benedetto Croce e via De Bellis fino a largo Sorrentino; il secondo si compone di un’azione più leggera, relativa all’istituzione di una 'zona 30' lungo via Celso Ulpiani, con l’obiettivo di connettere la pista ciclabile in via Re David con via Amendola, dove è prevista l’esecuzione di un’altra pista ciclabile, e di un’altra consistente nella realizzazione di una piccola bretella che dalla rotatoria di San Marcello, in cui confluiscono le piste ciclabili di via De Ruggiero e via Re David e, in futuro, quella di via Fanelli, correrà lungo via Orabona fino all’ingresso carrabile del Campus, che diventerà anch’essa 'zona 30' a tutela di ciclisti e pedoni. Con i successivi livelli di progettazione dell’intervento saranno affrontati tutti i dettagli e le criticità dei lavori da realizzarsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un percorso ciclabile per collegare la stazione centrale al campus, il Comune approva il progetto

BariToday è in caricamento