Commissariato il Comune di Conversano: oltre metà dei consiglieri si dimette. Il sindaco: "Atto sconsiderato"

Sono nove i componenti del Consiglio che hanno revocato l'appoggio al sindaco Pasquale Loiacono. Il commissario scelto è il vice prefetto di Bari, Fabio Colapinto

Cade la maggioranza in Consiglio comunale a Conversano. In giornata si sono dimessi nove consiglieri - oltre la metà dei componenti dell'Assise - portando di fatto alla sua sospensione. Sospensione disposta dal prefetto di Bari, con la successiva nomina di un commissario prefettizzio per la provvisoria gestione del Comune. Sarà Fabio Colapinto, viceprefetto di Bari, a guidare il commissariamento del Comune, finché non sarà eletto il successore del - ormai ex - sindaco Pasquale Loiacono.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco: "Atto sconsiderato"

"Poco fa si è consumato un atto sconsiderato - scrive in un post Loiacono - che non demolisce soltanto un’amministrazione, ma una città intera. I Consiglieri comunali Giuseppe D’AMBRUOSO, Bartolomeo LOFANO, Maria SAVINO, Andrea COLAPINTO, Lorenzo ABRUZZI, Carlo GUNGOLO, Michele LOVASCIO, Pasquale GENTILE, Vito CERRI, hanno firmato le loro dimissioni, provocando lo scioglimento del Consiglio comunale. Senza un confronto leale e senza una discussione pubblica (comunque più volte richiesta), con una firma davanti ad un notaio, questi consiglieri hanno deciso di abbandonare la carica. È un gesto ignobile nei confronti della Città, privo di alcun senso politico, piuttosto segnato da rabbia e vendette personali". "Un atto sconsiderato che abbandona Conversano - prosegue l'ex sindaco - ad un destino incerto per molti mesi. Si lascia la comunità in un momento molto complesso della nostra vita nelle mani di un Commissario prefettizio. Da parte mia vi confesso grande rammarico sia per non aver saputo cogliere la vera essenza di alcuni personaggi di cui mi sono voluto fidare, sia per tutto quanto di spiacevole accaduto in queste ultime ore. Allo stesso tempo sono assolutamente fiero del servizio che ho reso in questi due anni alla mia Città, cercando di fare il massimo soprattutto durante questa emergenza, in un periodo così difficile e, per certi versi, storico. Il mio impegno, comunque, non si esaurisce qui, perché non smetterò mai di esser vicino alla mia comunità, sempre con onestà e lealtà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

  • Incendio a Valenzano: fiamme nelle vicinanze delle palazzine, avvertite anche delle esplosioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento