Rigenerazione urbana, premiato il progetto 'Community Lab': Bari con Lisbona e Aalborg

Il capoluogo pugliese in rete con la capitale portoghese e la città danese grazie a un progetto vincitore del bando promosso da Urbact: focus sul quartiere Libertà

L'ex scuola Melo da Bari, dove è stato realizzato Spazio 13

Il Comune di Bari, assieme alle città di Lisbona (Portogallo) e Aalborg (Danimarca) si sono aggiudicate, grazie a una candidatura condivisa al bando 'Transfer Network', un finanziamento congiunto di 80mila euro per avviare una rete di collaborazione si temi della rigenerazione urbana, del riuso e dello sviluppo locale nei quartieri semiperiferici. L'iniziativa, denominata 'Community Lab', ha ottenuto il riconoscimento grazie al Programma Urbact e metterà al centro del confronto le politiche di rigenerazione e innovazione sociale delle tre città, con riferimento ai quartieri Libertà di Bari, Mouraria di Lisbona e Skalborg di Aalborg. 

Il programma in corso al Libertà

Nello specifico, al Libertà, attraverso risorse del Piano Periferie e del PON Metro, è in corso un programma ambizioso di rigenerazione integrata che prevede il miglioramento dello spazio pubblico e della mobilità dolce (corso Mazzini, via Dante), la creazione di 3 nuove piazze attraverso interventi di riqualificazione integrata  (Redentore, Disfida di Barletta, De Nicola), il completamento di un parco urbano (ex Gasometro), la riqualificazione della ex Manifattura dei Tabacchi (Porta Futuro 1 e 2, Campus CNR) e il rilancio dei servizi di prossimità con al centro due esperienze di riuso e di aggregazione giovanile in campo culturale come Spazio13 e l'Officina degli Esordi.

Romano: "Collaborazione prestigiosa"

“Bari si posiziona in un network di collaborazione prestigioso con le città di Lisbona e Aalborg portando in Europa la propria esperienza amministrativa e cercando di imparare da chi sta più avanti di noi sui processi di trasformazione urbana - commenta soddisfatta l’assessora alle Politiche europee e giovanili Paola Romano - e lo sforzo prodotto in questi anni sulle politiche di sviluppo locale a favore dei contesti difficili, come il Libertà oggi ci viene riconosciuto dal principale programma europeo sulle politiche urbane. Stiamo lavorando su un doppio canale: rafforzando da un lato il legame con il territorio, le associazioni, le parrocchie, le scuole per condividere in forma partecipativa i nostri obiettivi di sviluppo e, dall’altro, cercando di far conoscere Bari fuori dai propri confini per acquisire quante più competenze e risorse anche dall’Europa. Sono particolarmente soddisfatta di questo partenariato perché Lisbona è attualmente considerata tra le città più interessanti sui temi della rigenerazione urbana e ad Aalborg fu sottoscritta nel 1994 la prima Carta delle Città Europee Sostenibili, oggi divenuta Agenda Urbana Europea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento