Cronaca

Novanta milioni per la città del futuro: la Giunta dice sì al Dossier Strategico Pon

Approvato il documento per il rilancio e lo sviluppo del capoluogo, attraverso fondi europei e nazionali. Quattro le linee guida: mobilità, welfare, città intelligente e riattivazione urbana

Novanta milioni di euro per rilanciare lo sviluppo sostenibile della città di Bari attraverso l'implementazione di trasporti, agenda digitale, welfare e riattivazione urbana: la Giunta comunale ha approvato il Dossier Strategico del Piano Operativo Nazionale città Metropolitane (Pon Metro) per il periodo 2014-2016. Le risorse provengono dal Fondo di Sviluppo Regionale e dal Fondo Sociale Europeo, fondi integrati dal cofinanziamento nazionale: Bari potrà contare su 86 milioni immediatamente disponibili e altri 4 come riserva di premialità al raggiungimento degli obiettivi di spesa fissati al 2018

“Sono molto soddisfatto del lavoro fatto fino ad oggi - ha commentato il sindaco Antonio Decaro a margine dell’approvazione della delibera - perché traghetta il Comune di Bari e la sua Città metropolitana dentro i grandi scenari dell’Agenda Urbana Europea che mette le aree metropolitane al centro delle grandi sfide del prossimo decennio: il clima, la mobilità, la coesione sociale, l’innovazione, il lavoro. In questi due anni  abbiamo lavorato per delineare un quadro di pianificazione e programmazione molto intenso tra Governo, Regione, Città Metropolitana e Comune di Bari che ci permetterà di avviare una serie di politiche ed iniziative su temi determinanti per lo sviluppo del nostro territorio".

"Bari, come le altre città d’Italia con cui stiamo collaborando da mesi - aggiunge Decaro -, è chiamata ad una sfida importante: amministrare efficacemente le risorse assegnate in qualità di Organismo Intermedio raggiungendo  gli obiettivi di spesa prefissati e contestualmente coinvolgendo in questo percorso di sviluppo tutti i partner economici e sociali che vorranno contribuire alla definizione delle singole azioni/interventi e all’attuazione del Programma".

I finanziamenti del Pom permetteranno l'acquisto di 50 nuovi autobus ecologici e la realizzazione di un piano per la mobilità sostenibile che prevede nuove piste ciclabili, corsie preferenziali per gli autobus e 2 nuovi parcheggi di scambio: "Abbiamo inoltre - prosegue il primo cittadino - individuato i fondi per l’Agenzia della Casa e strumenti di sostegno all’abitare per rinnovare il patrimonio ERP, riqualificheremo la Manifattura dei Tabacchi e rafforzeremo gli strumenti di welfare e di politica attiva del lavoro (tra cui l'ampliamento di Porta Futuro, ndr). Una importante parte dei finanziamenti invece saranno investiti sull’agenda digitale e la dotazione di sensori e dispositivi di telecontrollo per una gestione più efficiente del territorio, nei settori della mobilità e dei rifiuti sul modello della Smart City”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novanta milioni per la città del futuro: la Giunta dice sì al Dossier Strategico Pon

BariToday è in caricamento