Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Stop alle dipendenze giovanili, arriva il 'chill bus' del Comune

Al via la seconda fase del progetto "Io non dipendo". Previste una serie di attività informative e di sensibilizzazione presso i locali notturni e i luoghi più frequentati dai giovani

Informare i ragazzi sui rischi connessi al consumo di alcool e sostanze stupefacenti per prevenire e combattere le dipendenze giovanili. Nasce che con questo obiettivo il progetto "Io non dipendo", promosso dall'Assessorato comunale al Welfare in collaborazione con la ASL BA - SERT Dipartimento delle Dipendenze e l'Ufficio Scolastico Regionale.

La seconda annualità del progetto, denominata Pit Stop, è stata presentata ieri in Comune. Prevede una serie di iniziative di sensibilizzazione e informazione nei luoghi più frequentati dai giovani (come discoteche, enoteche, lciali notturni) attraverso il "Chill bus Pit Stop", un bus itinerante che toccherà 80 diverse tappe in tutta la città.

Nel corso del 2013 sarà anche attivato uno "Sportello cittadino sulle dipendenze" che garantirà la privacy di quanti vorranno usufruire del servizio. Lo sportello sarà funzionalmente collegato con i Medici di famiglia e i pediatri per poter indirizzare al meglio tutti coloro che chiedano aiuto per liberarsi da una dipendenza.

Il progetto è finanziato dall'assessorato al Welfare con circa 200mila euro. La Asl partecipa attraverso la collaborazione di medici, psicologi, assistenti sociali, che seguono tutte le fasi di formazione di docenti, genitori e alunni, nonché gli incontri della cabina di regia, offrendo il loro contributo per fornire importanti strumenti di conoscenza sul tema. L'Ufficio Scolastico Regionale - Ufficio territoriale VII di Bari ha messo a disposizione € 24.000 per la realizzazione del progetto, assegnandoli direttamente a 12 istituti scolastici della città di Bari che hanno aderito all'iniziativa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop alle dipendenze giovanili, arriva il 'chill bus' del Comune

BariToday è in caricamento