menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un manifesto che pubblicizzava l'evento

Un manifesto che pubblicizzava l'evento

Annullato il concerto di Tommy Parisi, il Comune nega le autorizzazioni

Il figlio del boss avrebbe dovuto esibirsi a Pane e Pomodoro il prossimo 2 agosto ma l'amministrazione ha negato i permessi necessari per l'evento

Il concerto di Tommy Parisi, originariamente previsto per il 2 agosto a Pane e Pomodoro, non si farà.

Lo ha stabilito il Comune di Bari, negando le necessarie autorizzazioni agli organizzatori dell'evento in cui il cantante neomelodico, figlio dello storico boss del quartiere Japigia, avrebbe dovuto esibirsi al fianco di una nutrita schiera di comici baresi. 

Le motivazioni fornite all'associazione L'Albero dei sogni, promotrice dell'evento (largamente pubblicizzato per tutta la città con enormi manifesti) si possono leggere nel provvedimento del comune firmato dal dirigente Nicola Marzulli:

"In considerazione del programma dell'evento, atteso che, per la massiva pubblicità che ne è stata fatta pur in mancanza della relativa autorizzazione e la gratuità dell'evento, è fondato ritenere che vi sia un notevole afflusso di pubblico, rispetto al quale si rileva anche l'insufficienza dei servizi igienici e della logistica, potendosi ritenere fondato il rischio di pregiudizio per la struttura e per la finalità primaria a cui essa è destinata".

Vano il tentativo degli organizzatori di trovare un'altra location per spostare l'evento: la burocrazia impone dei tempi tecnici di 15 giorni, e tutte le soluzioni alternative presentate sono state ritenute 'improcedibili'.

Il comune ha dunque motivato il veto alla manifestazione adducendo motivazioni di carattere logisitico, sebbene agli occhi di qualcuno possa sembrare più un modo di evitare eventuali polemiche legate all'ebisizione di un artista dal cognome ingombrante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento