Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

"No al progetto Fuksas", momenti di tensione in Comune con gli occupanti dell'ex Rossani

I ragazzi hanno tentato l'irruzione nella stanza del sindaco mentre era in corso l'incontro per la sigla del contratto per il master plan del concorso "BariCentrale", relativo alla riqualificazione del nodo ferroviario

Gli occupanti dell'ex Rossani contro il progetto dell'archistar Massimiliano Fuksas per la riqualificazione del nodo ferroviario di Bari e dell'ex caserma. Questa mattina Fuksas è stato ricevuto a Palazzo di Città da Emiliano per sottoscrivere il contratto per il master plan del concorso "BariCentrale", vinto dall'architetto romano.

LA PROTESTA - Ma l'appuntamento è stato contrassegnato da polemiche e momenti di tensione. Prima dell'incontro, Emiliano ha incontrato una delegazione dei ragazzi del collettivo, i quali hanno chiesto di inserire nel contratto alcune modifiche per permettere un più ampio coinvolgimento dei ragazzi nel progetto. Le richieste sono state accolte, ma successivamente, al momento della firma, un gruppo di circa una ventina di ragazzi ha fatto irruzione nella stanza del sindaco. Per riportare la situazione alla calma sono intervenuti i vigili urbani.

Gli occupanti dell'ex Rossani si dicono contrari all'affidamento del progetto a Fuksas, che comporterà un dispendio di risorse per l'amministrazione comunale, e rivendicano invece la possibilità di progettare loro stessi, e in maniera gratuita, il futuro dell'ex caserma. Gli occupanti hanno lamentato inoltre il mancato rispetto della delibera che prevedeva gli allacci di luce e acqua per l'ex caserma.

IL PROGETTO FUKSAS - Il progetto presentato da Fuksas per la riqualificazione del nodo ferroviario prevede la realizzazione di una collina verde che ricopra tutta l'area urbana della ferrovia, un “Central Park lineare”, come lo ha definito lo stesso architetto. Il progetto comprende anche le aree della caserma Rossani e quella del conservatorio dove è prevista la realizzazione di due parchi culturali: quello della “creatività” nell'area della Rossani e uno della “musica” nelle aree che verranno liberate dai binari nei pressi del conservatorio, con l'eventuale creazione di un nuovo auditorium.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al progetto Fuksas", momenti di tensione in Comune con gli occupanti dell'ex Rossani

BariToday è in caricamento