rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Intesa tra il Comune e l'associazione Penelope: più attenzione per le persone scomparse

Accordo annuale tra amministrazione comunale e la onlus che si occupa di persone scomparse: dibattiti, convegni e corsi di formazione per innalzare l'attenzione su un tema spesso sottovalutato

Migliaia di persone scompaiono ogni anno in Italia ma l'attenzione sul tema, eccetto per i casi di maggiore richiamo mediatico, non è mai sufficientemente alta.

A tal proposito la giunta comunale ha approvato questa mattina la sottoscrizione di un protocollo d'intesa tra il Comune di Bari - ripartizione Polizia municipale e l’associazione Penelope Italia Onlus, per istituire un gruppo di collaborazione che elabori interventi mirati alla sensibilizzazione e all’informazione sul fenomeno delle persone scomparse.

Il testo del protocollo prevede forme di cooperazione tra il Comune e l’associazione con l'intento di sensibilizzare istituzioni e cittadinanza sul da farsi in caso di scomparsa delle persone. Recentemente l'associazione Penelope ha stipulato accordi con l'Amtab e con l'Autorità portuale di Bari per affiggere su mezzi, stazioni e box informazioni, foto e descrizione delle persone scomparse. 

Dibattiti pubblici, convegni, corsi di formazione: saranno interventi simili a favorire una maggiore diffusione dell’informazione del fenomeno in modo da poter individuare strategie per la prevenzione e operazioni efficaci per la ricerca delle persone scomparse. Il protocollo prevede anche una collaborazione, a livello nazionale e internazionale, con gli enti pubblici e privati, le Forze dell’ordine e gli organi di sicurezza nel sostegno, nella consulenza e nella ricerca di persone scomparse.

La Polizia municipale s'impegnerà a sostenere le attività dell’associazione Penelope Italia promuovendo la conoscenza dei loro compiti, funzioni ed attività presso i propri uffici nell’ambito degli strumenti e delle attività formative e informative di sua competenza. L’associazione Penelope Italia, invece, sosterrà le attività della Polizia Municipale promuovendo l’impegno e le attività del Comune nei confronti dei propri associati e nel corso dell’espletamento delle proprie iniziative divulgative.

I volontari dell’associazione, inoltre, hanno dato la propria disponibilità a svolgere campagne mirate di sensibilizzazione sul tema e coordinate dalla Polizia municipale, anche in collaborazione con altre organizzazioni di volontariato sul territorio comunale e dell’intera area metropolitana. Il protocollo avrà durata annuale, dal 1 gennaio al 31 dicembre 2016.

“Gli uffici della mia ripartizione - commenta l’assessore ai Servizi demografici Angelo Tomasicchio - si attiveranno per affiggere immagini delle persone scomparse in apposite bacheche e posizionare dei totem con le stesse foto in punti strategici della città. Predisporremo anche uno sportello gestito da volontari dell’associazione per fornire informazioni e dati su un fenomeno che purtroppo interessa molti anziani affetti da malattie degenerative come l’Alzheimer. A questo si aggiungeranno delle targhe da affiggere in memoria delle persone scomparse”.

"Sono estremamente soddisfatto di questo risultato che è il primo di questo tipo in Italia, e spero venga replicato in tutti i comuni per aiutare la nostra associazione nel sensibilizzare sulla problematica degli scomparsi" afferma Antonio La Scala, presidente nazionale di Penelope.

“Ancora una volta Bari e la Puglia si dimostrano particolarmente sensibili e attive sul tema della ricerca degli scomparsi - aggiunge il presidente di Penelope Puglia Antonio Genchi -. La nostra regione è al quinto posto in Italia per incidenza delle scomparse e per questo l’impegno della nostra associazione è sempre massimo. Adesso possiamo continuare a lavorare insieme con una marcia in più”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intesa tra il Comune e l'associazione Penelope: più attenzione per le persone scomparse

BariToday è in caricamento