menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comuni Ricicloni, Bari ritira il premio 'Teniamoli d'occhio'

Il sindaco Decaro e l'assessore Petruzzelli hanno ritirato il premio di Legambiente rivolto ai comuni che hanno introdotto sistemi efficienti per la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti

Il Comune di Bari sta registrando significativi passi avanti nel campo della raccolta differenziata dei rifiuti.

Lo scorso giovedì l'amministrazione comunale aveva comunicato di essere riuscita ad evitare l'Ecotassa 2015 grazie all'incremento della differenziata, mentre questa mattina il sindaco di Bari Antonio Decaro e l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli hanno ritirato a Roma il premio assegnato da Legambiente al capoluogo pugliese per la XXII edizione del concorso nazionale “Comuni Ricicloni”.

Un riconoscimento rivolto a tutti i Comuni, consorzi di Comuni, comunità montane che hanno introdotto sistemi efficienti per la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti urbani, e attuato il contenimento della produzione dei rifiuti e la loro valorizzazione.

Il Comune di Bari ha ricevuto il premio “Teniamoli D'Occhio”, che riconosce un valore agli enti che hanno ottenuto performance importanti nell’ultimo anno, in vista degli obiettivi di raccolta differenziata fissati dalla normativa nazionale e regionale.

“Per la prima volta il Comune di Bari viene premiato per gli sforzi che sta compiendo nel settore della raccolta dei rifiuti – spiega il sindaco ritirando il premio –. Questo ci rende orgogliosi e soprattutto deve rendere orgogliosi tutti i baresi. In 11 mesi di amministrazione la percentuale di raccolta differenziata è cresciuta di 11 punti, sfiorando il 40%. Un risultato straordinario che il Comune ha deciso di premiare attraverso le agevolazioni previste sulla tassa sui rifiuti: da quest’anno le famiglie baresi che vivono nei quartieri che superano il 50% di raccolta differenziata pagheranno il 25% in meno della parte variabile della TARI. L’obiettivo è quello di raggiungere, entro cinque anni, il 65% di raccolta differenziata in maniera stabile e magari vincere anche il premio “Comune Riciclone””.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento