menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Nessuna scissione" tra la Comunità ebraica di Puglia e quella di Napoli

Rientra il caso sollevato qualche giorno fa dopo la nota dell'Ucei in cui si definiva "illegittima" la creazione di una nuova Comunità pugliese

Nessuna 'scissione', per ora, e nessuna creazione di una Comunità Ebraica Pugliese. Sembra rientrare il caso segnalato qualche giorno fa con una nota dalla Ucei, l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, in cui si definiva "illegittima" l'iniziativa di una presunta costituzione di una 'Comunità Ebraica Pugliese', con il conseguente distacco da Napoli, sede con giurisdizione sulla Puglia e tutta l'Italia Meridionale. In base a quanto riferito dall'Ucei, infatti, vi sarebbe dovuta essere una conferenza stampa a Bari nella giornata di ieri, per presentare la possibile nuova Comunità. L'incontro, però, non si è verificato.

L'Ucei: "Scissione Puglia? iniziativa illegittima"

Al momento, prosegue, dunque, senza cambiamenti, il dialogo all'interno dei vari componenti della Comunità del Mezzogiorno. In Puglia si contano circa 40 famiglie ebraiche, localizzate, in particolare a Trani e a Sannicandro Garganico (Foggia). Nel capoluogo della Bat, inoltre, è presente una storica sinagoga, situata nella città vecchia.

"Nasce la Comunità ebraica pugliese", ma l'UCEI prende le distanze: "Iniziativa illegittima e non autorizzata"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"C'è speranza per tutti, persino per voi", l'appello di Checco Zalone per ritrovare il furgone rubato agli atleti di calcio in carrozzina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento