Il concerto per Aldo Moro "spreco da campagna elettorale": il centrodestra in Città Metropolitana attacca Decaro

I consiglieri Carrieri, Conte e Romito sull'appuntamento del 31 gennaio scorso, costato 29mila euro ed aperto alla cittadinanza: "

"Sprechi" per "fare campagna elettorale e passerelle politiche": il centrodestra in Città Metropolitana critica il "concerto inutile e costoso" tenutosi il 31 gennaio scorso al teatro Peturzzelli e dedicato ad Aldo Moro nel quarantennale del suo rapimento e della sua uccisione. L'evento, costato 29mila euro, era aperto alla cittadinanza. Per i consiglieri Carrieri, Conte e Romito, "Mentre le scuole metropolitane cadono a pezzi (sono di questi giorni i disservizi al Perotti) e le strade metropolitane sono insicure e poco manutenute, il sindaco metropolitano Decaro distribuisce risorse finanziarie all'orchestra (quest'anno oltre gli stipendi, altri 500 mila euro per costi extra), facendola suonare a ripetizione. La nave affonda e Decaro fa suonare musica, dissipando tanti  soldi dei contribuenti. Noi non ci stiamo e dopo aver duramente protestato nel corso dell'ultimo consiglio metropolitano, invieremo nei prossimi giorni alla Corte dei Conti tutte le carte di questi inaccettabili sprechi dell'orchestra metropolitana e di Decaro, auspicando una veloce punizione dei responsabili del cattivo utilizzo delle tasse dei cittadini-contribuenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento