Emergenza coronavirus, a Palazzo di Città concorsi rinviati e obbligo di comunicazione per chi proviene dalle 'zone rosse'

La direttiva della Direzione generale comprende anche i politici che svolgono attività a Palazzo di Città. Anche le singole ripartizioni dovranno adeguarsi all'ordinanza del Ministero della Salute

Obbligo di comunicazione  se provenienti dalle zone di contagio e rinvio dei concorsi con alto numero di candidati: direttive a cui il personale del Comune di Bari (e non solo, visto che sono compresi anche i politici) dovranno adeguarsi, ora che anche in Puglia è stato trovato il primo paziente positivo al coronavirus. Le indicazioni, relative agli obblighi e ai corretti comportamenti da tenere secondo le prescrizioni del Ministero della Salute, sono state diramate in una direttiva della Direzione generale che raccomanda a tutti i dirigenti dell’ente di dare adeguata comunicazione a chi svolge attività a Palazzo di città.

Scatta così l'obbligo di comunicazione attraverso un form specifico per i dipendenti, nel caso negli scorsi giorni si sia transitati nei territori indicati dal Ministero della Salute, ovvero Lombardia (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D'Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini - Veneto (Vo') ovvero nelle province della Cina indicate dall’OMS – (Anhui- Beijing- Chongqing – Fujian – Gansu – Guangdong – Guangxi – Guizhou – Hainan – Hebei – Heilongjiang - Henan - Hong Kong SAR - Hubei - Hunan - Inner Mongolia - Jiangxi - Jiangsu - Jilin - Liaoning - Macao SAR - Ningxia - Qinghai - Shaanxi - Shandong - Shanghai - Shanxi - Sichuan - Taipei e dintorni - Tianjin - Xinjiang - Xizang - Yunnan – Zhejiang), o che si abbia avuto contatto con persone che abbiano soggiornato in queste aree.

Rinviati concorsi con molti candidati

Se la prima direttiva riguarda solo personale e politici, diverso discorso per la materia dei concorsi. Come indicato dalla Direzione generale, infatti, "la Ripartizione Personale dovrà rinviare eventuali procedure concorsuali con elevato numero di candidati per garantire la massima partecipazione ai concorsi stessi. Il Comune provvederà - nei limiti del possibile - a ricorrere a forme di lavoro agile  o a attività di formazione in via telematica.  Il Comune limiterà le autorizzazioni alle missioni preferendo attività di call conference" spiegano da Palazzo di Città.

Altre attività saranno portate avanti dalle singole ripartizioni: le ripartizioni competenti si assicureranno così dell’adozione di interventi straordinari di sanificazione dei mezzi da parte dell’Amtab e di quelli adibiti al trasporto scolastico, anche se l'azienda già da qualche giorno ha disposto la sanificazione giornaliera di tutti i mezzi a fine servizio. La Ripartizione welfare, si assicurerà che siano diramate a tutti i servizi di carattere residenziale gestiti a mezzo appalto e convenzione le informazioni utili e le misure per la profilassi e il trattamento dei soggetti provenienti dalle specifiche aree e comuni individuati dalle ordinanze ministeriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Un'altra stretta con il nuovo decreto anti Covid: Puglia verso la zona arancione?

Torna su
BariToday è in caricamento