Buoni spesa in cambio dei rifiuti da riciclare: riparte il concorso “Chi differenzia ci guadagna”

Giunto alla sua terza edizione, l'iniziativa di Amiu Puglia ha visto la partecipazione lo scorso anno di 7900 persone, con 10mila ticket da 10 euro consegnati

Buoni spesa per 'premiare' i cittadini più ricicloni. Dopo il successo della scorsa edizione (10mila i ticket da 10 euro consegnati) il Comune propone per il terzo anno “Chi differenzia ci guadagna”, il concorso che permette di ottenere buoni da utilizzare nei negozi Coop, Decathlon e Ikea grazie ai rifiuti regolarmente conferiti.

L’iniziativa, promossa e organizzata da Amiu Puglia, ha l’obiettivo di stimolare la cittadinanza a effettuare la raccolta differenziata a fronte di un “doppio” guadagno, materiale e ambientale. Una campagna ha avuto un grande consenso a Bari: nel 2016 al concorso si iscrissero circa 7900 persone, più del 14% rispetto all’anno precedente.

Per partecipare all'iniziativa è sufficiente registrarsi presso i centri di conferimento Amiu con documento d'identità e codice fiscale. Gli utenti che usufruiranno del servizio potranno ricevere via mail gli aggiornamenti progressivi sul materiale da loro conferito in modo tale da poter verificare quanto differenziato e richiedere il buono spesa una volta raggiunto il punteggio minimo. Sono sei le postazioni in cui si potranno lasciare i rifiuti:  via Napoli 349 con accesso da Via Maratona 5, via Oberdan 13, via Martin Luther King con angolo via De Laurentis, in via Francesco Fuzio - zona industriale - e in strada provinciale Ceglie-Valenzano 49.

Rispetto alla scorsa edizione resta invariato il regolamento sulle modalità di conferimento: oltre alle consuete frazioni differenziate - carta, plastica e metalli, vetro e organico - gli operatori Amiu accetteranno, infatti, piccoli Raee - Rifiuti elettrici ed elettronici - e i rifiuti ingombranti, limitatamente a materassi e piccoli mobili facilmente trasportabili. "Quest'ultima novità - spiegano da Amiu Puglia - ha permesso di raddoppiare, in un anno, i rifiuti ingombranti correttamente conferiti nei centri di conferimento, passando da una media di 150 a 300 tonnellate al mese, al netto dei materassi, conferiti per 80 tonnellate circa da giugno dello scorso anno al giugno 2017".

"I centri - commenta l'assessore all'Ambiente Pietro Petruzzelli - assumono un ruolo fondamentale nei quartieri interessati dal nuovo servizio di raccolta porta a porta perché permettono di conferire rifiuti differenziati nelle giornate diverse dal calendario dei ritiri. Incoraggianti sono i dati del conferimento degli ingombranti, una battaglia che stiamo conducendo sia dai primi mesi del nostro insediamento. Per questo voglio ricordare ancora una volta che materassi e piccoli mobili ingombranti possono essere conferiti gratuitamente presso i centri, quindi i cittadini che li abbandonano selvaggiamente per strada o nei pressi dei cassonetti sono stupidi oltre ad essere incivili".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In giornata il Comune ha ricevuto una buona notizia sul tema riciclo:  "Il Comieco (consorzio della carta e del cartone) - ha concluso Petruzzelli - ha presentato a Bari il rapporto annuale collocando la nostra città tra le migliori in Italia con una raccolta di carta e cartone di 98,7 kg/anno per abitante rispetto alla media nazionale di 53 kg e quella regionale di 37,3 kg”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento