Sanità: inchiesta sulle nomine, Vendola chiede processo con rito abbreviato

Oggi l'udienza preliminare davanti al gup: Vendola è accusato di abuso di ufficio insieme all'ex dg della Asl di Bari Lea Cosentino nel concorso per primario di chirurgia toracica del San Paolo

Processo con rito abbreviato: è questa la richiesta avanzata dalla difesa del governatore Nichi Vendola nell'udienza preliminare del procedimento relativo al concorso per la nomina del primario di chirurgia toracica del San Paolo, tenutasi questa mattina davanti al gup Susanna De Felice.

LE ACCUSE - Il presidente della Regione è indagato per abuso d'ufficio insieme all'ex direttore generale della Asl di Bari Lea Cosentino. In particolare, la procura contesta a Vendola di aver istigato 'lady Asl' a riaprire i termini per la presentazione delle domande per accedere al concorso, con l'obiettivo - ritiene la pubblica accusa - di assicurare a Sardelli l'assunzione quinquennale. I fatti si riferiscono al periodo compreso tra settembre 2008 e aprile 2009.

LA DOCUMENTAZIONE PRESENTATA - Nella prima parte dell'udienza preliminare i difensori di Cosentino e Vendola hanno prodotto documentazione che il gup ha ammesso agli atti del procedimento. In particolare, la difesa di Cosentino ha depositato un verbale del dott.Cisternino, che ha chiesto di costituirsi parte civile. La difesa di Vendola ha depositato un verbale del dott.Sardelli, vecchi interrogatori di Cosentino e uno di Gianpaolo Tarantini.

LE RICHIESTE DELLA COSENTINO - Nel prosieguo dell'udienza la difesa di 'lady Asl' ha chiesto di riunire il procedimento a quello a carico del senatore Alberto Tedesco (ex assessore alla sanità pugliese) e di altre 32 persone istruito nell'ambito della prima maxi-inchiesta sulla presunta malagestione della sanità pugliese.
 

GLI ATTI AL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE - In relazione alla richiesta di Cosentino, il gup ha stabilito che debba essere il presidente del Tribunale Vito Savino a decidere. Il giudice ha disposto quindi la trasmissione degli atti al presidente del tribunale e non al capo della sua sezione, perché il presidente facente funzioni della sezione gip-gup, Antonio Diella, è titolare del processo a carico di Tedesco, previsto per domani, e per questo incompatibile. Il giudice ha inoltre ritenuto la questione della riunione dei procedimenti 'preliminare' rispetto a tutte le altre richieste, compresa quella di giudizio abbreviato avanzata dalla difesa del presidente Vendola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

Torna su
BariToday è in caricamento