Raccolta differenziata della plastica, Catino vince il concorso 'Un sacco in Comune'

Il quartiere a nord della città primo classificato nell'iniziativa pensata per promuovere la cultura del riciclo: premio per i cittadini un'area giochi in plastica riciclata

In meno di un mese - dal 18 maggio al 13 giugno - la raccolta di imballaggi di plastica nel quartiere è cresciuta del 39,5%. Così i residenti di Catino si sono guadagnati il primo posto nella sfida con altri quartieri della città, vincendo il concorso “Un sacco in Comune, a tutta plastica”, lanciato dal Comune in collaborazione con Corepla per incentivare i cittadini ad effettuare la raccolta differenziata.

Al secondo posto i quartieri di Ceglie-Loseto, con una performance del +28,8%, seguiti da Carrassi (+12,4%), San Paolo (+2,9%), e Libertà, unico rione ad aver fatto registrare invece una performance negativa, con il -4,8%. Il premio per il quartiere vincitore è un'area giochi in plastica riciclata.

Ieri nell’area del giardino Peppino Impastato il sindaco Antonio Decaro, l’assessore all’ambiente Pietro Petruzzelli, il presidente del Municipio Giovanni Moretti e il responsabile dei rapporti con il territorio di COREPLA, Massimo di Molfetta hanno ufficializzato i dati del concorso e hanno concordato con i cittadini presenti le modalità per individuare l’area dove saranno allocate la giostra e le panchine.

"Il risultato del 39% sui soli imballaggi della plastica raggiunto dai cittadini del quartiere Catino - ha detto il sindaco Decaro - è per noi motivo di orgoglio e di speranza. A loro oggi in cambio di questi sforzi regaliamo un’area giochi e degli arredi urbani ma anche una riduzione delle tasse. Il quartiere di Catino è tra quelli più virtuosi. L’ultimo dato delle percentuali di raccolta differenziata che risale al mese di giugno si attesta addirittura intorno al 65%, questo significa che i cittadini di Catino avranno uno sconto del 25% sulla parte variabile della tassa sui rifiuti. Un traguardo strepitoso di cui questi cittadini devono essere fieri. Perché quello che può sembrare solo un gioco tra quartieri per noi significa meno tasse, avere una città più pulita, rispettare l’ambiente e rendere la nostra città più bella. Gli sforzi dell’amministrazione e dell’azienda comunale dei rifiuti non si esauriscono certo qui: nei prossimi giorni annunceremo un piano importante per incrementare la pulizia della città che, mi auguro corrisponda allo stesso impegno da parte dei cittadini che devono avere come esempio i residenti di Catino".

"Da qualche mese i consorzi nazionali che gestiscono i rifiuti della raccolta differenziata e gli imballaggi prodotti hanno spostato la loro attenzione sulla città di Bari ritenuto un luogo idoneo ai loro investimenti di risorse e strumenti – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Pietro Petruzzelli -. Sono sicuro che questo sia accaduto perché hanno percepito la determinazione dell’amministrazione comunale e le potenzialità che ci sono nella nostra città e nei nostri concittadini sul fronte dell’impegno per la raccolta differenziata. Questo progetto promosso dal COREPLA risponde a questi criteri. Noi, dal canto nostro ci impegneremo a fare ancora di più la nostra parte". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Una vera e fattiva cultura del riciclo fa la differenza - ha sottolineato il presidente di Corepla Giorgio Quagliuolo - il +5% della raccolta differenziata degli imballaggi in plastica della città di Bari ottenuta con l’iniziativa - Un sacco in Comune - mi auguro sia solo l’inizio di un percorso virtuoso, attento al risparmio delle risorse naturali e in grado di disegnare modelli di sviluppo innovativi”. Quagliuolo aggiunge: “Con mia grande soddisfazione verranno a breve consegnati agli abitanti del quartiere Catino arredi urbani prodotti con plastica riciclata, realizzati con imballaggi provenienti dalla raccolta differenziata a tangibile conferma di come può un rifiuto trasformarsi in un prodotto utile”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso un nuovo Dpcm già oggi? Per fermare il contagio covid in arrivo il coprifuoco alle 22

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Formiche volanti: come scongiurare l'invasione in casa

  • Fermare l'aumento dei contagi ed evitare il lockdown, oggi il nuovo dpcm: verso coprifuoco alle 22 e orari scaglionati per le scuole

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Donna trovata senza vita a Bari: morta dissanguata, in casa c'erano compagno e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento