Cronaca

Arsenale del clan Parisi rinvenuto a Japigia, Tribunale condanna pregiudicato a 10 anni

Pena inflitta, dopo processo con rito abbreviato, ad Antonio Caizzi: Vito Ciscutti ha invece patteggiato una pena a 2 anni e 4 mesi di reclusione

Dieci anni e sei mesi di reclusione: il gip del Tribunale di Bari; Anna Rosa Depalo ha condannato nel corso di un processo celebrato con rito abbreviato, il pregiudicato Antonio Caizzi, ritenuto dagli inquirenti presunto armiere del clan Parisi di Japigia. Nello stesso procedimento, invece, l'incensurato Vito Ciscutti ha patteggiato una pena a 2 anni e 4 mesi di reclusione. L'uomo custodiva nella propria abitazione armi e droga per conto di Caizzi.

Il blitz del 2016

L'inchiesta partì da un blitz dei Carabinieri nel quartiere Japigia: in un cassetta per utensili scoperta in un box dell'abitazione di Ciscutti vennero rinvenute una mitraglietta automatica da guerra Skorpion, due pistole semiautomatiche clandestine, una pistola semiautomatica modificata, una pistola Savage e due revolver. Nel corso delle perquisizioni, i militari trovarono anche 400 cartucce di vario calibro e circa un chilo di cocaina pura. Dopo l'arresto fu lo stesso Ciscutti a confessare agli inquirenti della Dda di Bari di aver custodito armi e droga per conto del clan Parisi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arsenale del clan Parisi rinvenuto a Japigia, Tribunale condanna pregiudicato a 10 anni

BariToday è in caricamento