menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rivelò indagine a docente dell'Università", condannato pm barese

Gaetano De Bari condannato a quattro mesi dal Tribunale di Lecce per rivelazione del segreto d'ufficio: assolto invece dall'accusa di tentata induzione indebita relativa ad una presunta richiesta di raccomandazione per il figlio 

E' stato condannato a quattro mesi (pena sospesa e non menzione) dal Tribunale di Lecce per rivelazione del segreto d'ufficio il pm barese Gaetano De Bari. A riportare la notizia è l'Ansa. I fatti risalgono al 2011.

De Bari è stato invece assolto "perché il fatto non sussiste", come richiesto dalla stessa Procura, dal reato di tentata induzione indebita relativa alla presunta richiesta di raccomandazione per il figlio, dottore di ricerca in diritto commerciale, ad un docente dell'Università di Bari. 

Nell'ambito della stessa vicenda, il pm barese era anche accusato di aver riferito al preside di Economia, al quale - riporta l'Ansa - secondo l'accusa voleva raccomandare il figlio, di un procedimento penale relativo a una ricercatrice che avrebbe potuto coinvolgere il docente. Di qui la condanna, ma non per averlo rivelato per ingiusto profitto, bensì per la più lieve rivelazione di notizie d'ufficio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento