menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condannato per rapina e ricercato, rintracciato in stazione a Bari

A carico del giovane, un 23enne marocchino, pendeva una condanna a due anni e 11 mesi di reclusione per fatti avvenuti a Pescara nel 2015: è stato bloccato dagli agenti della Polfer

Alla vista della agenti della polizia ferroviaria, all'interno del bar della stazione, ha cercato di allontanarsi frettolosamente. Ma proprio questo suo atteggiamento ha insospettito i poliziotti, che lo hanno così fermato per un controllo.

Dall’interrogazione della banca dati delle Forze di Polizia, l’uomo, un ventitreenne di nazionalità marocchina, pregiudicato, risultava da catturare, in quanto a suo carico pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Pescara perché riconosciuto colpevole dei reati di rapina, lesioni, estorsione, furto aggravato, commessi nella città di  Pescara nel 2015, e condannato alle pena della reclusione di anni 2, mesi 11 e giorni 26, oltre al pagamento della pena pecuniaria della multa di 1400 euro.

Perciò, al termine degli accertamenti, il cittadino marocchino veniva ristretto preso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento