Omicidio Tarantino a Bitonto, condanne confermate (e in parte ridotte) per 9 pregiudicati

Tra i condannati, anche il boss Conte, ritenuto mandante del delitto, per il quale è stata confermata dalla condanna a 20 anni di reclusione. Anna Rosa Tarantino fu uccisa per errore durante una sparatoria nel 2017

Il luogo dove venne uccisa Anna Rosa Tarantino (Foto Ansa)

Pene confermate - e in parte ridotte - in Appello per nove pregiudicati dei clan Conte e Cipriano di Bitonto, imputati nel processo per quattro agguati mafiosi. L'ultimo di questi, avvenuto il 30 dicembre del 2017, portò anche alla morte dell'anziana sarta Anna Rosa Tarantino, uccisa per errore durante la sparatoria avvenuta nel centro storico di Bitonto. I giudici della Corte di Assise di Appello hanno così confermato la condanna a 20 anni di reclusione per il boss Domenico Conte, ritenuto mandante del delitto, per Cosimo Liso e per Alessandro D’Elia, mentre sono state ridotte le pene nei confronti degli altri sei imputati.

Francesco Colasuonno e Rocco Mena sono così passati da 6 a 4 anni di reclusione, Benito Ruggiero da 6 anni e 8 mesi a 4 anni e 6 mesi, Michele Rizzo da 3 anni e 4 mesi a 2 anni. Pena ridotta anche per i due esecutori materiali dell’omicidio Tarantino, poi pentiti, Michele Sabba e Rocco Papaleo: dovranno scontare 13 anni e 8 mesi di reclusione, al posto di 14, per esclusione dell’aggravante mafiosa. I giudici hanno confermato anche le condanne al risarcimento danni nei confronti delle costituite parti civili, i familiari della vittima, il Comune di Bitonto e l’associazione Antiracket.

Stando alle indagini di Polizia e Carabinieri, coordinate dai pm della Dda di Bari Ettore Cardinali e Marco D’Agostino, all’origine dello scontro c’era la gestione delle piazze di spaccio. Quella mattina la signora Anna Rosa finì per errore sulla traiettoria di due dei 17 colpi di pistola esplosi nei vicoli del centro storico di Bitonto, vittima innocente della guerra in atto tra i due clan rivali della città. Quello in cui rimase uccisa l’anziana sarta fu l’ultimo di quattro agguati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(Foto Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento