Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Spaccio di droga nella provincia, condannati nove pregiudicati: cade l'accusa di associazione mafiosa

Pene tra i 12 e i 4 anni per il sodalizio, finito agli arresti nel 2013, ritenuti vicini al clan dei Palermiti. assolto altri nove imputati "per non aver commesso il fatto" e prescritti i reati per altri tre

Nove condanne per traffico e spaccio di droga nei confronti di un sodalizio inizialmente ritenuto vicino al clan dei Palermiti di Bari, durante il processo in primo grado celebrato 12 anni dopo i fatti contestati. Il Tribunale di Bari ha condannato nove pregiudicati a pene tra i 12 e i 4 anni di reclusione, giudicando in tutti i casi però insussistente l'accusa di associazione mafiosa. I giudici del tribunale hanno assolto altri nove imputati, presunti spacciatori, "per non aver commesso il fatto" e dichiarato il non luogo a procedere per prescrizione dei reati nei confronti di altri tre.

Nell'ottobre 2013 gli imputati furono arrestati dalla Dda dopo le indagini tenutesi negli anni 2005-2006. Il gruppo criminale aveva ramificazioni nei comuni di Casamassima, Cellamare, Noci, Gioia del Colle, Acquaviva, Altamura e Triggiano e al vertice c'erano i pregiudicati Antonio Amodeo e Domenico De Iure, condannati entrambi alla pena di 12 anni di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga nella provincia, condannati nove pregiudicati: cade l'accusa di associazione mafiosa

BariToday è in caricamento