Cronaca

Mafia, confiscati bar e gelaterie a pregiudicato vicino al clan Parisi

Tra i beni confiscati al 58enne Biagio Cassano, le gelaterie Gasperini e il bar tabacchi della stazione Bari Nord, già posti sotto sequestro due anni e affidati all'amministratore giudiziario

Un patrimonio del valore di oltre dieci milioni di euro, tra cui la catena di bar-gelaterie Gasperini e il bar tabacchi della stazione ferroviaria Bari Nord. A due anni di distanza dal "sequestro anticipato", il Tribunale di Bari ha disposto la confisca per i beni del 58enne Biagio Cassano, pluripregiudicato e già sorvegliato speciale, ritenuto vicino al clan Parisi.

I bar, la cui gestione dopo il sequestro era stata affidata ad un amministratore giudiziario per continuare le attività e salvaguardare i posti di lavoro, passano quindi definitivamente allo Stato.

GUARDA IL VIDEO DELLA CONFISCA

Tra i beni confiscati,  anche due società di gestione commerciale, quattro appartamenti, otto autovetture e 21 conti correnti bancari.

Le indagini svolte hanno dimostrato che Cassano aveva una disponibilità di beni assolutamente sproporzionata rispetto al reddito dichiarato e all’attività lavorativa svolta. Inoltre, i carabinieri hanno accertato che, per eludere eventuali controlli, i beni erano stati tutti intestati a parenti o a prestanome a lui riconducibili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, confiscati bar e gelaterie a pregiudicato vicino al clan Parisi

BariToday è in caricamento