Cronaca

Consap Bari: disagi in Questura e nei commissariati - pronta una mobilitazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Ill.mo Sig. Questore,

Questa OS CONSAP nel corso di una delle consuete attività di verifica sull'operato dell'Amministrazione, ha potuto constatare, con stupore, i disagi con cui l'Ufficio Sanitario Provinciale è costretto a convivere e con Esso, di riflesso, il personale tutto.

Orbene, senza tediarla in un completo escursus normativo, questa OS CONSAP si limiterà, per ora, ad alcuni cenni.

Il DPR 338/1982 ("Ordinamento dei ruoli professionali dei sanitari della Polizia di Stato") al comma "c" dell'art. 3 recita:

"I sanitari della Polizia di Stato, fermo testando quanto...omissis... in relazione alle esigenze di servizio e, limitatamente alle proprie attribuzioni, possono essere impiegati in operazioni di polizia ed in operazioni di soccorso in caso di pubbliche calamità ed infortuni"

Per far fronte a tali evenienze, effettivamente, tutti gli Uffici Sanitari della Polizia di Stato, istituiti in ogni Questura, sono attrezzati fra l'altro con un'ambulanza che molto spesso assicura l'assistenza anche durante le attività addestrative del personale ( su tutte l'addestramento al tiro nei poligoni).

Dicevamo tutti gli Uffici Sanitari, ma evidentemente ci sbagliavamo Sig. Questore, tant'è che la Questura di Bari costituisce eccezione alla regola.

Da molti mesi ormai la mancanza di un'ambulanza alla Questura di Bari costringe gli operatori della locale Questura, ma anche quelli del IX Reparto Mobile allorquando (e senza alcuna responsabilità) è quell'Ufficio Sanitario ad essere sprovvisto di ambulanza perchè fagocitato in questo incomprensibile valzer, a continui peregrinaggi per tutta la Regione alla ricerca di un'ambulanza da utilizzare all'occorrenza. E non si lesinano, Sig. Questore, sprechi ed abusi di ogni sorta a discapito dell'Erario e del Personale pur di rintracciare un'ambulanza che poi, ovviamente, va restituita all'Ufficio Sanitario di una delle province pugliesi che gentilmente ne ha concesso l'uso, con un conseguente inspiegabile e, purtroppo, reiterato dispendio di risorse.

Fin qui, Sig. Questore, dibattiamo dell'ordinarietà. Ma al contempo ci chiediamo:

gli indefettibili compiti che la normativa riserva al servizio sanitario della Polizia di Stato in occasione di pubbliche calamità ed infortuni, non certamente prevedibili, in che modo verrebbero assolti senza i mezzi necessari???

Tutto ciò è inaudito e va a discapito dell'efficienza dei servizi d'istituto e della serenità del personale, che è stufo di "arrangiarsi" quotidianamente e di lavorare senza essere gratificato!!!

Talune scelte gestionali (non sempre condivise da questa OS CONSAP) tra cui quella di non fornire mezzi idonei per contrastare una criminalità sempre più feroce ed agguerrita tanto nel capoluogo quanto nella provincia, stanno gradatamente provocando un significativo default in termini di sicurezza e tutto ciò a discapito dei cittadini.

L'inspiegabile inerzia della Questura anche dopo gli ultimi eccellenti risultati prodotti in loco sta fortemente demotivando il personale, che Le chiede solo di poter lavorare in sicurezza e serenità.

Giova rappresentare in tal senso il dissenso di questa O.S. in relazione alla decisione adottata in danno degli operatori in servizio al corpo di guardia del Comm.to di Monopoli, che di fatto priva i colleghi della prevista indennità di servizio esterno laddove, in considerazione della scarsa efficienza del sistema di telecamere a circuito chiuso in dotazione al Commissariato, si rende necessario svolgere una costante ricognizione all'esterno della struttura;

Questa O.S. auspica un'inversione di tendenza che possa intervenire fattivamente:

-nella mancanza di mezzi idonei (veicoli di serie e motociclette);

-nella mancata corresponsione mensile del lavoro straordinario ;

-nella mancanza di materiale informatico;

-nel mancato riconoscimento agli operatori dei R.P.C. della specifica indennità di O.P.;

-nel mancato riconoscimento dell'indennità accessoria di servizio esterno laddove si rende opportuno riconoscerla;

affinché cessino le attuali condizioni disastrate.

La sicurezza ed il benessere del personale dipendente, unitamente alla sicurezza dei cittadini è priorità di questa OS CONSAP e pertanto valuteremo la necessità di organizzare una manifestazione nel Capoluogo pugliese con le forze politiche locali, per chiedere ai cittadini di contribuire con un OBOLO di € 0,50 (cinquantacentesimi/00) all'acquisto di un ambulanza e di mezzi per la prevenzione e repressione dei reati in genere e per la remunerazione del lavoro svolto in straordinario.

L'occasione è gradita per porgerLe i più cordiali saluti.

Bari, 01 ottobre 2013

IL SEGRETARIO GENERALE PROVINCIALE

Gianluca BUCCI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consap Bari: disagi in Questura e nei commissariati - pronta una mobilitazione

BariToday è in caricamento