Cronaca

Consap polizia: protesta davanti al Viminale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

'Confederazione dei Sindacati Autonomi di Polizia' protesta davanti al Viminale

Nella mattinata di ieri il piazzale antistante il Viminale, sede del dicastero per gli 'Affari Interni', è stato animato dalla manifestazione di protesta organizzata dalla 'Confederazione dei Sindacati Autonomi di Polizia'. Circa 200 i poliziotti in sit-in che hanno urlato la propria rabbia per la incomprensibile politica dei tagli indiscriminati, operati da questo e dai governi che si sono avvicendati negli ultimi anni, sul comparto sicurezza. 'Il ministro Angelino Alfano - spiegano gli agenti in protesta - si è semplicemente visto nel giorno del suo insediamento e le difficoltà sono sempre le stesse: il pagamento degli assegni di funzione bloccati dal 2010, degli straordinari e delle indennità; l'approvazione della legge delega di riordino delle carriere; l'avvio della previdenza complementare e lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi interni." Davanti al palazzo voluto da Giolitti, ha fatto la sua comparsa anche una bara, consacrata ad emblema dello stato dell'arte in materia di sicurezza. Il segretario generale della Consap, Giorgio Innocenzi, accompagnato dal segretario nazionale vicario, Sergio Scalzo, ha così spiegato: "Quando ce lo chiedono noi diciamo sempre che siamo figli delle 'opposizioni; subito dopo le elezioni infatti, le forze politiche dimenticano le promesse fatte agli operatori di polizia. La sicurezza in ogni Paese civile - sottolinea il segretario generale della Consap - è considerata un investimento come lasalute e la scuola e non una spesa. In Italia - prosegue Innocenzi - le forze politiche che si sono alternate alla guida del Paese hanno saputo solo tagliare le risorse destinate alla sicurezza dei cittadini." L'azione di protesta degli uomini in divisa è stata rafforzata dalla presenza di una bara che accompagnava la manifestazione e che è stata collocata a pochi metri dai cancelli d'ingresso del Viminale: "Questa bara - ha sentenziato Giorgio Innocenzi - rappresenta la morte della sicurezza. Il Governo delle larghe intese affronti i problemi, altrimenti… I 4 miliardi di tagli operati in questi anni dalle finanziarie concepite dai relativi governi, hanno inciso soprattutto sulla sicurezza dei cittadini. Ai tagli corrispondono meno controlli ed una conseguente crescita dei reati predatori e di microcriminalità. Chiediamo con forza un cambio di passo - conclude il segretario della Consap -. Questo è solo l'inizio! Ci saranno altre manifestazioni e, se non vedremo cambiamenti sostanziali, tutti i sindacati di polizia scenderanno in piazza per una grande manifestazione nel centro di Roma."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consap polizia: protesta davanti al Viminale

BariToday è in caricamento