Sorpresi durante la consegna della droga nel parcheggio dell'ospedaletto: tre in manette

Arrestati dalla finanza tre uomini tutti con precedenti per droga: sono stati bloccati mentre uno di loro, in moto, consegnava uno zaino pieno di marijuana agli altri due, in auto

Uno in moto, gli altri due a bordo di un'auto, avevano scelto il parcheggio antistante l'ospedale pediatrico 'Giovanni XIII' per la consegna della droga. I tre però, tutti con precedenti penali per reati in materia di stupefacenti, sono stati sorpresi e arrestati dai 'Baschi verdi' di Bari.

I finanzieri hanno infatti notato, all'interno del parcheggio antistante l’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, un soggetto a bordo di una moto di grossa cilindrata consegnare uno zaino ad un uomo a bordo di un autoveicolo, decidevano di “vederci chiaro” effettuando un controllo più approfondito. I militari hanno bloccato quindi sia il centauro che l’automobilista, unitamente ad una terza persona che si trovava anch’essa a bordo dell’auto. Le minuziose operazioni di controllo portavano al rinvenimento di cinque sacchetti in cellophane ben confezionati, all’interno dei quali era contenuta marijuana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno degli occupanti dell’auto aveva inoltre con sè la chiave d’automobile che, dopo una breve ricerca, è risultata parcheggiata nelle immediate vicinanze. Intervenute sul posto unità cinofile antidroga, la perquisizione del mezzo ha portato alla scoperta del grosso del carico: due involucri contenenti entrambi sostanza stupefacente dello stesso tipo. Complessivamente i finanzieri hanno sequestrato oltre 2.300 chili di marijuana, denaro contante, verosimilmente provento dell’illecita attività di spaccio, per euro 7100 suddivisi in banconote di diverso taglio, le due autovetture, la moto di grossa cilindrata e cinque telefoni cellulari. Gli accertamenti tecnici eseguiti sulla sostanza stupefacente rivelavano che dal principio attivo puro si sarebbero potute ottenere oltre 12.500 dosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento