Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Conserve scadute e senza etichetta, maxi sequestro nel barese

L'operazione degli uomini del Corpo forestale dello Stato in un'azienda della provincia. Sotto sequestro 12 tonnellate di prodotti tra cui grandi quantità di olive, carciofini, funghi e lupini in condizioni non idonee alla vendita. Denunciare i titolari della ditta

Dodici tonnellate di prodotti scaduti, senza etichetta o in cattivo stato di conservazione, in prevalenza olive, carciofini, funghi e lupini in condizioni inidonee alla vendita. Il sequestro degli uomini del Corpo forestale dello Stato è scattato in un'azienda del barese. I prodotti semilavorati e pronti al commercio erano contenuti in bidoni di plastica.

Il pessimo stato igienico sanitario dello stabilimento ha reso obbligatoria, per la Asl competente per territorio, la chiusura dell'azienda per 30 giorni. Nel corso dell'ispezione presso l'azienda barese, il personale del Corpo forestale dello Stato ha scoperto anche il commercio illegale delle 'Olive Nocellara del Belice', di denominazione d'origine protetta, prodotto senza la necessaria autorizzazione del Consorzio di tutela del marchio e con l'utilizzo di derrate non provenienti dalla zona di denominazione di origine.

I rappresentanti legali della ditta produttrice e dell'azienda che commercializza il prodotto sono stati denunciati per frode in commercio, per alterazione e contraffazione di prodotti agroalimentari ad indicazione geografica o denominazione di origine protetta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conserve scadute e senza etichetta, maxi sequestro nel barese

BariToday è in caricamento