Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Bar di Pane Pomodoro, il Consiglio di Stato conferma lo stop alla concessione

I giudici hanno respinto il ricorso della società 'Il Veliero', rigettando la richiesta di annullamento del provvedimento del Comune di Bari

È stato respinto il ricorso della società 'Il Veliero' contro il rigetto della richiesta di riattivazione della concessione demaniale per la gestione del bar della spiaggia di 'Pane e pomodoro'. Il Consiglio di Stato, riporta l'Ansa, ha quindi dato ragione al Comune di Bari, bocciando la richiesta di annullamento dell'atto amministrativo.

La concessione era stata revocata dal Comune il 29 maggio 2020 dopo che la Prefettura aveva notificato, alla società, un'interdittiva antimafia (il 26 maggio 2020). L'atto era stato sospeso dopo che la società era stata ammessa al controllo giudiziario (30 gennaio 2021) in seguito a una procedura di self cleaning, ovvero con il licenziamento del soggetto sospettato di aver contatti con la malavita.

Dopo la sospensione dell'interdittiva, la società ha chiesto al Comune la riattivazione della concessione demaniale, che però non ha ottenuto. Quindi, c'è stato il ricorso al Tar, respinto in via definitiva il 23 dicembre 2022, e l'appello al Consiglio di Stato, respinto con sentenza pubblicata l'11 giugno scorso.

I giudici hanno respinto le pretese dell'appellante rilevando che "la revoca della concessione" è avvenuta dopo l'interdittiva antimafia "per fatto addebitabile al concessionario". Inoltre, sarebbe stato precisato in sentenza "attesa la natura spiccatamente fiduciaria del provvedimento di concessione" il suo rilascio e la sua riattivazione, "in caso di precedente decadenza disposta all'esito di un'informativa antimafia, sono entrambi oggetto di scelte e valutazioni altamente discrezionali".

I giudici amministrativi hanno rilevato anche che tra i motivi di diniego della riattivazione della concessione vi sarebbero la realizzazione sull'area di opere abusive (circa 49 metri quadrati su 217 dell'intera concessione) e la morosità dell'appellante nel pagamento dei canoni di concessione demaniale marittima e delle imposte regionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar di Pane Pomodoro, il Consiglio di Stato conferma lo stop alla concessione
BariToday è in caricamento