menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio metropolitano, Decaro: "Nessun licenziamento"

Scongiurati i licenziamenti temuti dai dipendenti: il taglio del 30 cento sul personale è stato riassorbito con pensionamenti e da riassegnazioni ad altre funzioni

Si è tenuto questa il Consiglio metropolitano della città di Bari.

Come confermato dal sindaco Antonio Decaro al termine della riunione, non c'è stato alcun problema di eccedenza di organico per la Città metropolitana di Bari. "Il taglio del 30% della spesa del personale - spiega Decaro - è stato assorbito dai pensionamenti e dal costo del personale di ruolo assegnato alle funzioni statali oggetto di riordino".

Pericolo scampato per i tanti dipendenti che temevano un licenziamento: "Sin dal mio insediamento da Sindaco Metropolitano, mi ero impegnato per la salvaguardia dei livelli occupazionali ed ora i nostri dipendenti possono tirare un sospiro di sollievo perché non vi è nessun rischio per il loro futuro lavorativo" afferma il primo cittadino.

Il taglio del 30 cento, pari a circa 8 milioni sul totale della spesa annua per il personale di oltre 26 milioni, corrisponde al costo di 27 dipendenti andati in pensione dall’8 aprile 2014 ad oggi: 115 dipendenti delle politiche attive del lavoro e 59 del corpo di polizia provinciale.

Il Consiglio metropolitano ha approvato anche un ordine del giorno per verificare le adesioni, su base volontaria,  da parte dei dipendenti che, entro il 2016, matureranno i requisiti anagrafici e contributivi che avrebbero comportato il diritto alla pensione in base alla legge previgente alla riforma “Fornero”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento