Sigarette di contrabbando, maxisequestro al porto

Sequestrati dalla Guardia di Finanza due quintali di tabacchi lavorati esteri. Erano nascosti nei bagagli di sei passeggeri di un autobus di linea Napoli-Patrasso, appena sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia

Due quintali di sigarette di contrabbando sono stati sequestrati stamattina dai militari della Guardia di Finanza nel porto di Bari.  I tabacchi erano nascosti all'interno di alcune valigie caricate a bordo di un autobus di linea Napoli-Patrasso, appena sbarcato da una motonave proveniente dalla Grecia.

Ad insospettire gli investigatori, il fatto che i bagagli fossero privi di qualsiasi etichetta identificativa. Ulteriori controlli hanno permesso di accertare che le valigie appartenevano a sei passeggeri del bus, tutti diretti a Napoli, i quali avevano volutamente rimosso le etichette nella speranza di non essere identificati in caso di controlli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sei responsabili sono stati arrestati con l'accusa di contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri e rinchiusi nel carcere di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 100: coinvolte 5 auto e un furgone, otto feriti. Aggredito soccorritore del 118

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Dieci nuovi casi di covid in Puglia e nessun decesso. Un positivo in più nel Barese

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • "Paga 50mila euro o bruceremo gli ulivi e faremo del male ai tuoi familiari": cinque baresi in manette dopo il blitz

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento