menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Erogavano meno benzina di quella segnalata", i finanzieri passano al setaccio le stazioni di servizio

Su tutto il territorio pugliese sono state scoperte 24 irregolarità. I controlli, estesi anche al carburante trasportato dai tir, ha portato al sequestro di 4mila litri di greggio

Continuano le 'irregolarità' da parte degli impianti di distribuzione del carburante nel Barese. Il 18 e il 19 ottobre scorso la Guardia di Finanza ha disposto una serie di controlli in tutto il territorio regionale, sia nei confronti dei tir che trasportano il greggio (134), sia all'interno delle stazioni di servizio in tutte le province pugliesi (136), con la collaborazione degli ufficiali metrici della CCIAA di Bari, che hanno coordinato le operazioni di misurazione.

Sono state così rilevate 27 irregolarità nella benzina trasportata, con il conseguente sequestro di 3900 litri di carburante e la denuncia all'Autorità giudiziaria di sette soggetti. Non è andata meglio ai proprietari dei distributori: in 24 casi, infatti, i finanzieri hanno scoperto una mancanza di corretta e trasparente informazione sui prezzi praticati dai benzinai. Gli impianti erano infatti manomessi ed erogavano meno carburante di quanto indicato sul display colonnina. Oltre alle truffe agli automobilisti, sono poi emerse irregolarità nella gestione amministrativa delle attività di distribuzione del greggio e sono stati avviati specifici approfondimenti di natura fiscale.

I controlli nel 2017

Il 2017 è stato un anno particolarmente attenzionato sul settore del controllo delle accise da parte dei Reparti operativi del Comando Regionale Puglia. Da gennaio sono stati effettuati 522 controlli su tutto il territorio regionale, riscontrando 297 violazioni, con il sequestro di circa 370 tonnellate di carburanti e prodotti sottoposti ad accise.
Nell’anno in corso, inoltre, dalle Fiamme Gialle Pugliesi, sono stati constatati circa 7,5 milioni di euro di imposte evase, a seguito di sequestri di olii minerali e carburanti, nonché ulteriori consumi in frode pari a oltre 3.000 tonnellate di olii minerali agevolati. 

FOTO2-30

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento