Cronaca

Furti di rame, arresti e persone ritrovate: il bilancio 2017 della Polfer in Puglia, Basilicata e Molise

Cinquantasei persone arrestate, 134 denunce, oltre 8 tonnellate di cavi di rame sequestrati e 3,8 tonnellate di droga requisita. Scongiurati 3 suicidi grazie alla prontezza degli agenti

Cinquantasei persone arrestate, 134 denunce, oltre 8 tonnellate di cavi di rame sequestrati e 3,8 tonnellate di droga requisita: è il bilancio complessivo dell'attività 2017 della Polizia Ferroviaria di Puglia, Basilicata e Molise, nell'anno del 110° anniversario dalla Fondazione, celebrata con i ragazzi del Conservatorio Nicolò Piccinni. I dati riguardano la prevenzione e la repressione dei reati negli scali ferroviari, per garantire la sicurezza dei viaggiatori e del trasporto ferroviario.

Sul fronte 'oro rosso', gli agenti hanno effettuato, complessivamente, 1060 servizi di pattugliamento delle linee interessate dal fenomeno e 288 controlli in depositi di metallo e rottamai sequestranto 8,4 tonnellate di cavi di rame di provenienza furtiva, arrestando 11 persone. Più in generale, invece, controllate oltre 148mila persone, di cui circa 21600 stranieri: tra loro rintracciati 53 irregolari. Ispezionati  4155 veicoli con 609 sanzioni elevate. Oltre 8100 i servizi di vicilanza negli Scali ferroviari e 641 antiborseggio nelle sanzioni. Rintracciate 31 persone allontanatesi dai propri nuclei familiari, di cui 20 minori. Grazie alla prontezza del personale sono stati scongiurati 3 suicidi.




 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di rame, arresti e persone ritrovate: il bilancio 2017 della Polfer in Puglia, Basilicata e Molise

BariToday è in caricamento