menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli serrati della Municipale sulla litoranea e nei lidi: "Telelaser utile, ma non basta"

In vista della stagione balneare aumentano gli incidenti sulle strade baresi. Quaranta agenti sono attivi già da diversi giorni nella zona di Torre Quetta e Santo Spirito

Dalla sua introduzione sulle strade cittadine sulle strade cittadine è passato quasi un anno, ma il telelaser continuerà ad essere il fidato compagno della polizia municipale nella lotta ai comportamenti scorretti alla guida. Soprattutto ora che l'estate entra nel vivo e si impenna il numero di incidenti stradali con vittime sempre più giovani per l'alta velocità, l'assunzione di alcool e l'uso dei cellulari alla guida

LE ZONE ATTENZIONATE - I vigili hanno 'giocato d'anticipo' e, come ci spiega il comandante Nicola Marzulli, sono state già presidiate le zone dove si concentra la movida estiva e i giovani - ma non solo - tendono a lasciarsi andare: la litoranea. "A sud stiamo attenzionando i controlli nella zona di Torre Quetta, che quest'anno ha visto un boom di presenze, mentre a nord ci stiamo concentrando sulla zona di Santo Spirito. Lì abbiamo un alto numero di agenti attivi, che fanno i turni per garantire una presenza costante dei controlli". In totale saranno circa 40 i poliziotti della municipale che sono stati dedicati alla zona del lungomare sui circa 280 del Corpo. Il resto degli agenti controllerà il centro e gli altri quartieri della città.

"TELELASER BUON DETERRENTE, MA..." - Per prevenire i comportamenti scorretti alla guida gli agenti si avvarrannò quindi della tecnologia, in primis il telelaser che permette loro non solo di determinare a distanza la velocità del veicolo, ma anche si scoprire da 1200 metri se chi è alla guida sta usando il cellullare o non ha la cintura di sicurezza allacciata. Un buon deterrente per prevenire gli incidenti? "Non del tutto - spiega Marzulli -. Abbiamo notato che con l'introduzione del telelaser sono diminuiti i guidatori che utilizzano gli smartphone per paura di essere scoperti, ma continuiamo a fermarne molti intenti a telefonare o, peggio ancora, a messaggiare alla guida. È un'abitudine che stiamo cercando di eliminare: è ormai accertato che una delle cause principali degli incidenti è proprio quella". 

I CONTROLLI NEI LIDI - Il piano sicurezza estivo però non passa soltanto dai controlli sui comportamenti scorretti al volante. Nel mirino della polizia municipale ci sono anche i lidi cittadini, dove un errore da parte dei gestori può costare caro ai clienti. "I nostri agenti stanno visitando tutti gli stabilimenti balneari da nord a sud per controllare che le attrezzature di salvataggio siano a norma e che tutte le autorizzazioni siano in regola". Un problema da non sottovalutare, visto che l'estate 2017 ha già fatto la sua prima vittima in un lido regolarmente provvisto di defibrillatore e servizio salvataggio: ieri una 69enne è annegata mentre nuotava al "Circolo Unione" di Torre a Mare, forse per un malore

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Attico di lusso nel cuore di Bari: un sogno a due passi dal mare dove il fascino dell'antico si sposa all'eleganza del moderno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento