rotate-mobile
Cronaca San Pasquale / Via Edoardo Orabona

"7?No 7 miliardi": al Politecnico il 'controvertice' delle associazioni umanitarie

L'evento si terrà l'11 maggio dalle 15 ed è organizzato da Amnesty International, Banca Etica, Caritas, CNCA, Emergency, Greenpeace e Migrantes. Saranno organizzati workshop tematici

"'Le persone prima del profitto: strade diverse per contrastare le disuguaglianze' è la traccia di lavoro scelta dalle associazioni per sottolineare l’importanza del valore della dignità della persona di fronte alle logiche dell’economia". È questa la risposta delle associazioni umanitarie al G7 di Bari, che vedrà in città i ministri dell'Economia dei 7 Paesi internazionali discutere dei futuri piani del sistema finanziario mondiale. 

Con l'evento "7? No, 7 miliardi!" verrà rimesso invece al centro del dibattito l'uomo e i suoi diritti, attraverso una serie di workshop tematici che si terranno l'11 maggio - in concomitanza con il summit - nell'aula magna del Politecnico. L'iniziativa vede in campo Amnesty International, Banca Etica, Caritas, Cnca, Emergency, Greenpeace e Migrantes, che porteranno a Bari anche la testimonianza del lavoro umanitario di padre Alex Zanotelli

I workshop saranno cinque e partiranno dalle 15. Si parlerà di diritti e tutela delle popolazioni native (con Amnesty), degli effetti della politica delle banche sulle persone (con Banca Etica), delle nuove forme di accoglienza e di protagonismo dei migranti (con Caritas, Migrantes e Cnca Puglia), della necessità di abolire la guerra (con Emergency) e dei conflitti ambientali (con Greenpeace Bari). Interverrà anche padre Alex Zanotelli, che le associazioni spiegano essere la "voce dei senza voce, testimonianza radicale e critica verso l’attuale sistema politicoeconomico in cui continuano ad aggravarsi vecchie e nuove miserie".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"7?No 7 miliardi": al Politecnico il 'controvertice' delle associazioni umanitarie

BariToday è in caricamento