rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Conversano

Aggredisce datore di lavoro con un coltello, poi si scaglia contro carabinieri: arrestato

In manette è finito un 52enne sorvegliato speciale di Conversano: all'arrivo dei militari, ha cercato di evitare l'arresto colpendoli con calci e pugni

Prima ha minacciato e aggredito il proprio datore di lavoro con un coltello; poi si è scagliato contro i carabinieri intervenuti per bloccarlo. E' accaduto a Conversano: in manette è finito un sorvegliato speciale di 52 anni, accusato di violazione degli obblighi imposti, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e minaccia.

In seguito ad una richiesta di intervento giunta al 112, i carabinieri si sono recati presso una ditta del luogo, dove il titolare lamentava di essere stato poco prima aggredito e minacciato con un coltello da cucina da un suo dipendente, per futili motivi. I militari ci hanno messo non poco tempo prima di riuscire a bloccare definitivamente il 52enne, il quale, per cercare di sottrarsi all'arresto, non ha esitato ad aggredirli, tirando calci e pugni all’impazzata.

Tratto in arresto, su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, l’uomo è stato poi condotto in carcere. Il coltello da cucina, utilizzato dall’aggressore per minacciare il suo datore di lavoro, è stato invece posto sotto sequestro. La vittima, recatasi presso il punto di primo soccorso, ha riportato lesioni al volto e ad un arto giudicate guaribili in pochi giorni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce datore di lavoro con un coltello, poi si scaglia contro carabinieri: arrestato

BariToday è in caricamento