Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

In giro con la Ferrari dalla targa personalizzata, scatta sequestro per un imprenditore

L'auto risultava esportata in Polonia, dove era stata applicata la targa personalizzata, dopo la radazione dal PRA. L'uomo, un 47enne di Conversano, era tenuto sotto controllo dalla Direzione investigativa antimafia dopo un maxi sequestro di beni da 1,6 milioni di euro avvenuto qualche mese fa

Nei mesi scorsi la Direzione investigativa Antimafia di Bari gli aveva sequestrato beni societari per oltre 1,6 milioni di euro, risultati di un valore sproporzionato rispetto al reddito modesto dichiarato. Per questo gli uomini della Dia tenevano d'occhio un imprenditore 47enne di Conversano, che poche settimane dopo il sequestro aveva cominciato a girare in paese con una Ferrari 360 Modena, con tanto di targa personalizzata.

Un particolare che non è sfuggito ai cittadini di Conversano e tantomeno agli investigatori della Dia. Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia hanno scoperto così che l'uomo, da circa un anno,  era riuscito a farsi personalizzare la targa della sua amata Ferrari, esportandola in Polonia - dove l'imprenditore risulta avere interessi commerciali import-export legati alle auto e all'immobiliare - con una scrupolosa procedura di radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico italiano. E aveva richiamato in quella targa (L1ROSSO) il suo storico soprannome, "U Russ".

L'auto, che era stata notata più volte parcheggiata a pochi metri dalla sede legale di una società riconducibile all'imprenditore e già posta sotto sequestro, è stata quindi sequestrata dagli agenti della Dia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In giro con la Ferrari dalla targa personalizzata, scatta sequestro per un imprenditore

BariToday è in caricamento