Cronaca

Coppia trovata morta, nelle lettere il disagio per le difficoltà economiche

Dagli appunti ritrovati nella stanza d'albergo occupata dai coniugi emerge il disagio e la preoccupazione per le difficoltà economiche attraversate dalla coppia negli ultimi anni. Problemi che potrebbero aver indotto i due anziani a pianificare il suicidio

Prima la perdita del lavoro da parte di lui, rappresentante di tessuti, poi lo sfratto, la ricerca affannosa di una nuova abitazione e di un nuovo lavoro,  l'aiuto dei servizi sociali e la sistemazione in un alloggio per anziani offerto dal Comune. Tutto per colpa di una situazione economica che precipita, delle spese che Salvatore De Salvo e Antonia Azzolini, i due coniugi trovati morti ieri - lui sulla battigia del Lido San Francesco, lei nella camera di un albergo poco distante - non riuscivano più a sostenere con i 400 euro della pensione di lei.

Un disagio e un'angoscia crescenti, quelli per le difficoltà economiche, testimoniati dagli appunti manoscritti ritrovati nella camera d'albergo occupata dai coniugi nei giorni precedenti alla morte. Non vere e proprie lettere, ma appunti sparsi, pensieri, scritti da entrambi o da una dei due, che ora gli investigatori stanno esaminando alla ricerca di indizi utili per ricostruire la tragedia. Si pensa infatti che siano stati proprio i problemi di denaro a spingere la coppia a meditare e organizzare il suicidio. Non quindi, come si era ipotizzato in un primo momento, un omicidio-suicidio da parte dell'uomo, ma piuttosto un doppio suicidio, meditato e organizzato insieme per porre fine ad una situazione divenuta ormai insostenibile per una coppia che, come racconta chi la conosceva, pru nella nuova povertà aveva sempre conservato intatta la dignità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia trovata morta, nelle lettere il disagio per le difficoltà economiche

BariToday è in caricamento