rotate-mobile
Cronaca Corato

Chiedono soldi per restituire bici rubata a un coetaneo: nei guai due 17enni

L'episodio a Corato: protagonisti del 'cavallo di ritorno' due ragazzi del luogo, che, venuti in possesso della bici sottratta, hanno tentato di estorcere la somma di 150 euro per la sua restituzione

Centocinquanta euro per restituire ad un coetaneo la bici rubata. Protagonisti del tentato 'cavallo di ritorno' due 17enni di Corato, già noti alle forze dell’ordine, finiti ai domiciliari con l’accusa di tentata estorsione in concorso.

I due minori, dopo essere entrati in possesso di una bici rubata da ignoti, hanno richiesto alla vittima - un altro 17enne - il denaro per la restituzione.

All’appuntamento in villa, però, oltre al proprietario della bici, si sono presentati i carabinieri, che hanno fermato i due minorenni mentre intascavano il denaro. Dopo l’arresto, la Procura della Repubblica per i Minorenni di Bari ha disposto per loro  la misura della permanenza in casa. La bici è stata restituita al legittimo proprietario. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiedono soldi per restituire bici rubata a un coetaneo: nei guai due 17enni

BariToday è in caricamento